Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > A Varallo cinque defibrillatori nelle zone più frequentate della città
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

A Varallo cinque defibrillatori nelle zone più frequentate della città

Gli apparecchi in piazza Vittorio, al Sacro Monte, in piazza Antonini, nel piazzale della stazione ferroviaria e all’oratorio di Sottoriva 

Cinque defibrillatori per la sicurezza dei cittadini. Varallo ha detto di sì a una proposta di fornitura avanzata da una società bresciana, la Italian medical System snc: «Prossimamente riceveremo in comodato d’uso a titolo gratuito cinque defibrillatori semiautomatici di emergenza – spiega l’assessore allo sport Mauro Osti – che verranno collocati in alcune delle zone della città maggiormente frequentate anche dai turisti: si tratta di piazza Vittorio Emanuele II, il Sacro Monte, piazza Antonini a Varallo vecchio, il piazzale Lancia della stazione ferroviaria e l’oratorio di Sottoriva con l’annesso campo di calcio, sempre molto frequentato dai giovani per le attività parrocchiali e sportive».

La realizzazione del progetto non avrà costi per il Comune: «La posa dei totem che conterranno i defibrillatori verrà eseguita dalla società fornitrice che si accollerà anche tutti i costi – precisa Osti -. Le spese verranno coperte  attraverso gli spazi pubblicitari che troveranno posto sulla superficie esterna del totem che ospiterà al suo interno l’armadietto e il defibrillatore». 

L’accesso agli apparecchi sanitari salvavita sarà consentito solo a persone autorizzate: «Per aprire i totem e mettere in funzione i defibrillatori – spiega l’assessore – sarà necessaria una pass che verrà distribuita in municipio solo a chi ne farà richiesta dietro presentazione del certificato che attesta il superamento del corso per l’utilizzo di defibrillatori.

A questo scopo, e per formare altre persone sul territorio cittadino, la stessa società fornitrice e noi come Comune organizzeremo dei corsi specifici per imparare a utilizzare l’apparecchiatura che consentirà di intervenire tempestivamente su tutto il territorio cittadino anche al personale del 118».

Articolo precedente
Articolo precedente