Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Addio Carlo Manuelli: fu barista e tabaccaio
Attualità Novarese -

Addio Carlo Manuelli: fu barista e tabaccaio

Nativo di Prato Sesia, ha lavorato a Borgosesia, Grignasco e Romagnano

Addio Carlo Manuelli: fu barista e tabaccaio. Nativo di Prato Sesia, ha lavorato a Borgosesia, Grignasco e Romagnano.

Addio Carlo Manuelli: fu barista e tabaccaio

L’uomo si è spento la settimana scorsa a 88 anni. Nato nel 1930, è stato assunto in giovane età alla filatura di Grignasco. Qui aveva l’importante compito di assistente in officina e, soprattutto d’inverno, era impegnato con lunghi turni sui motori diesel. Ma appena il tempo glielo permetteva, era pronto ad affiancare la moglie al lavoro al bar.

Il primo bar a Borgosesia

La loro prima esperienza dietro il bancone fu a Borgosesia, in frazione Cravo, dove aprirono il bar Sport. In seguito, rilevarono il bar Cavour di Romagnano, che gestirono dalla fine degli anni Settanta ai primi Ottanta. «Era estroso, aveva molte idee – ricorda la figlia Nadia – per esempio, fu tra i primi in zona a pensare di offrire un aperitivo con qualche stuzzichino, come le patatine e le noccioline. Fu sua anche l’idea del Pinot servito nel bicchiere ghiacciato: arrivavano persone anche dai paesi vicini per l’aperitivo».

Dal bar alla tabaccheria

In seguito, vendettero il bar ed entrarono in possesso della tabaccheria poco distante, in seguito passata sotto la gestione della figlia Nadia, mantenuta fino al 2013. «Mio papà è stato un uomo dal carattere mite, che ha sempre lavorato moltissimo e ha vissuto soprattutto per la sua famiglia – racconta con grande affetto Nadia – ha sempre pensato innanzitutto a noi, ponendoci davanti a tutto il resto. Aveva un bel rapporto anche con i clienti. Era inoltre lungimirante, capace di vedere avanti. Il suo sogno era quello di aprire una gelateria in una zona di mare». Non è un caso che una delle sue soddisfazioni più grandi l’abbia trovata in famiglia: ha infatti seguito con orgoglio la carriera del nipote Loris, che ora lavora come cuoco a Ginevra, al servizio della principessa di Aga Khan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente