Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Addio Ezio: «Avevi reso bello ogni giorno della mia vita»
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Addio Ezio: «Avevi reso bello ogni giorno della mia vita»

Si celebra oggi il funerale del motociclista morto a Rovasenda. Da qualche anno viveva a Coggiola con la compagna.

Addio Ezio: oggi pomeriggio si celebra il funerale del motociclista morto a 62 anni tra Rovasenda e Buronzo. Residente a Santhià, da qualche anno viveva a Coggiola con la compagna.

Addio Ezio: il ricordo della compagna Anna

«Volevamo invecchiare insieme qui a Coggiola. Ezio era una persona solare che tirava fuori il meglio di me». Così Anna Vidale ricorda Ezio Ranaboldo, il 62enne originario di Santhià morto lo scorso mercoledì pomeriggio sulla strada provinciale che collega Rovasenda a Buronzo in un incidente in moto. L’uomo è finito in un fosso con la sua Suzuky. E oggi pomeriggio si celebra il funerale a Santhià: alle 15 il corpo sarà nella sua ex casa, alle 16 in chiesa le esequie. L’uomo era stato impiegato a lungo alla Fca (ex Fiat) di Verrone, e da poco meno di un anno aveva raggiunto la pensione

«Per me era una persona speciale»

«Ezio era una persona speciale – ricorda la donna che vive a Coggiola -. Dopo che ero rimasta vedova avevo conosciuto Ezio, da circa dodici anni stavamo insieme. Aveva casa a Santhià, ma da quando era in pensione avevamo iniziato a convivere insieme a Coggiola. Quando lavorava si divideva tra Santhià e la Valsessera, veniva su durante la settimana e nei weekend. Era una persona solare e positiva, riusciva a tirare fuori il meglio da me. Nei prossimi giorni avremmo dovuto partire per il mare e invece non ci sarà alcun seguito. Ezio mi è stato molto vicino quando ho perso mio marito».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente