Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Aido Gattinara riparte dopo cinque anni di stop
Attualità Gattinara e dintorni -

Aido Gattinara riparte dopo cinque anni di stop

Le attività riprenderanno dopo il disguido sul 5 per mille

Aido Gattinara, dopo cinque anni di sospensione è pronta a ripartire l’attività dell’associazione che si occupa della donazione di organi.

Aido Gattinara, ricucito lo strappo

Le attività della sezione erano state interrotte a causa di un malinteso con la direzione nazionale per la campagna di sensibilizzazione per il 5 per mille. Nei giorni scorsi, però, c’è stato un incontro chiarificatore, che ha prodotto la “fumata bianca”. A renderlo noto la storica presidente Anna Basso: «Siamo pronti a ripartire, presto faremo una riunione per ricostituire il direttivo ed eleggere le cariche sociali della sezione gattinarese. Insieme all’Aido torneranno anche le tante iniziative organizzate durante l’anno, a sostegno della donazione degli organi e per dare una mano ai più deboli».  La chiusura era stato un duro colpo per Basso, da anni impegnata nel volontariato. La decisione era stata presa dopo che i vertici nazionali dell’Aido non avevano gradito la scelta della sezione gattinarese di pubblicizzare il proprio codice fiscale. Le direttive nazionali dell’Aido, invece, prevedevano che ogni sezione avrebbe dovuto pubblicizzare il codice fiscale nazionale, in modo da avere una raccolta fondi unitaria, da redistribuire poi sul territorio

Le dimissioni del 2015

Nel 2015, dopo il pasticcio del 5 per mille, il direttivo dell’Aido gattinarese si era dimesso in blocco, a cominciare proprio da Basso (che era rimasta comunque iscritta all’associazione). In quell’occasione alcuni soci avevano voluto restituire la tessera, mentre la stragrande maggioranza non l’aveva fatto. «L’Aido di Gattinara – spiegarono i volontari – non è stato cancellato dalle associazioni di Gattinara e resta iscritto al Registro provinciale del Volontariato. I nostri 350 iscritti esistono ancora. Non è giusto distruggere un’associazione come qualcuno ha comunicato, le nostre iniziative volte a diffondere il concetto della donazione sono molto gradite a tutti».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente