Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Alunni Borgosesia scoprono il fiume e la pesca
Attualità Borgosesia e dintorni -

Alunni Borgosesia scoprono il fiume e la pesca

Per sviluppare competenze e abilità

Alunni Borgosesia hanno partecipato all’iniziativa “Tutti a scuola, una scuola per tutti” rivolta alle classe quarta e quinta della primaria

Alunni Borgosesia impegnati in un progetto educativo

Scoprire il fiume e la sua fauna ittica per sviluppare competenze e abilità: con questo obiettivo si è concretizzato un progetto educativo rivolto alle classi quarte e quinte della scuola primaria di Borgosesia. Il modulo “Chi dorme non piglia pesci” si è concluso con una giornata a Cerva in Val Sermenza, nell’ambito del progetto “Tutti a scuola, una scuola per tutti” dedicato all’inclusione sociale e alla lotta al disagio. «Con questa iniziativa – spiegano i referenti – si è voluto offrire un’attività alternativa a bambini con difficoltà e non, per acquisire nuove competenze e abilità, valorizzando il territorio valsesiano, nello specifico, il fiume e la sua fauna ittica. Attraverso esperienze significative, si è creato interesse alla pesca sportiva».

Il modulo strutturato in incontri teorici e pratici

Il modulo strutturato in incontri teorici e pratici, ha promosso la conoscenza del reticolo idrografico e della fauna acquatica valsesiana. Si è visitato il museo della pesca di Varallo, l’allevamento di Doccio, si sono apprese le tecniche di pesca, i tipi di esche, per concludere con la pesca nel torrente Sermenza dove gli alunni hanno potuto mettere in pratica quanto imparato, sotto la guida di coordinatori e volontari, e della dirigente scolastica Raffaella Paganotti. Il progetto, diretto da Franco Tamone e coadiuvato dalla tutor Paola Tavolai, si è avvalso della collaborazione della Società valsesiana pescatori sportivi. I referenti ringraziano «il presidente Savino Re, i volontari Renzo Arienta, Maurizio Vergerio e Renzo Bortolazzo, Flavio Riva per la visita all’allevamento di Doccio e Arturo Pugno per la visita al museo, la Foresteria Valsesia per l’ospitalità e l’amministrazione comunale di Borgosesia per l’utilizzo dello scuolabus».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente