Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Ammalata sclerosi, amici Serravalle le sistemano la casa
Attualità Serravalle e Grignasco -

Ammalata sclerosi, amici Serravalle le sistemano la casa

Graziana ha ora bagno e cucina su misura in cui può muoversi agevolmente

ammalata sclerosi

Ammalata sclerosi può contare sugli amici, che hanno deciso di farle un importante regalo.

Ammalata sclerosi il bel gesto degli amici

La ricerca fa passi da gigante contro le malattie. Ma là dove non arriva la medicina, ci pensano le persone care a dare una mano. Due anni fa gli amici le avevano regalato un bagno dove potersi muovere in tutta sicurezza, questa volta hanno pensato di sistemarle la cucina. Graziana Roma, 47 anni di Serravalle, da dieci è affetta da sclerosi multipla ma ha una grande forza d’animo anche grazie ai suoi amici.

Una casa su misura

«Due anni fa alcuni amici mi hanno rifatto il bagno per adeguarlo alle mie esigenze – racconta -. Quest’anno invece mi hanno sistemato la cucina: ho a disposizione una rampa per accedere e per muovermi in tutta sicurezza. I miei amici hanno posato le piastrelle, il rione Civetta mi ha aiutato economicamente per le spese di gestione. Un grazie a Daniele Moschini, Roberto Morandi, mio marito e al rione Civetta». Si è trattato di un gesto che riempie il cuore: «E’ davvero bello vedere questo movimento di solidarietà. Vorrei ringraziare anche Sonia Porzio e Paolo che mi hanno regalato la lavastoviglie che non ho mai avuto, un aiuto importante per le faccende domestiche».

Nuove esigenze

Ora Graziana Roma ha a disposizione uno spazio dove girarsi senza problemi: «Mi muovo in sedia a rotelle – spiega -. E finalmente una cucina adeguata fatta apposta su misura. In un mondo dove non ci sono grandi belle cose, vedere che ci sono tante persone che mi vogliono belle è sicuramente gratificante. Ho messo anche un video su Facebook per far vedere i risultati del lavoro e ringraziarli di cuore». «In questi anni – dice Roma – ho dovuto affrontare molte difficoltà e ho dovuto cambiare modo di vivere. Ho avuto momenti di sconforto, ma per fortuna ho avuto vicino persone che mi hanno sostenuta e incoraggiata. Queste persone sono un pezzo del mio cuore, perché dire grazie sarebbe troppo poco».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente