Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Area ecologica Ghemme attivata in regione Croce
Attualità Novarese -

Area ecologica Ghemme attivata in regione Croce

Prime settimane di funzionamento della nuova zona di conferimento rifiuti.

area ecologica ghemme

Area ecologica Ghemme: dopo l’inaugurazione, da qualche settimana l’impianto funziona.

Area ecologica Ghemme l’inaugurazione

Alla cerimonia ufficiale nell’impianto in regione Croce erano presenti il sindaco Davide Temporelli, l’assessore provinciale all’ambiente, Enrico Bertone e Giampiero Padovan in rappresentanza del consorzio Medio novarese ambiente che ha realizzato l’opera finanziandola al 50 per cento. Andrà così in pensione l’area di conferimento temporanea di via Vittorio Veneto, che negli ultimi anni ha sopperito al “vuoto” lasciato dalla chiusura della vecchia isola ecologica nella zona del Sesia, chiusa perché non a norma.

Il progetto

«Il progetto risale al 2014 – ha ricordato Temporelli – e finalmente dopo 5 anni siamo riusciti ad inaugurare la nuova sede, fatta su misura per il comune di Ghemme. La novità è che si potrà portare il materiale sempre, e non a rotazione come invece accadeva prima. L’area sarà gestita interamente dal consorzio e potrà essere utilizzata soltanto dai residenti a Ghemme, che dovranno presentarsi muniti della tessera rifiuti». Il primo cittadino ha anche confermato che nel terreno adiacente alle scuole, dove c’era il centro raccolta temporaneo, verrà realizzato un parcheggio: «Ci saranno circa 68 posti posti auto – ha rivelato Temporelli – e il costo dell’opera si aggirerà sui 90 mila euro.

La Tari

«Abbiamo voluto non gravare sulle famiglie – ha continuato Bertone – , non aumentando la tassa la tassa rifiuti. La nostra amministrazione vuole costruire dei servizi per la cittadinanza». Questi gli orari di apertura della nuova area ecologica: mercoledì dalle 14 alle 18 e sabato dalle 8 alle 14.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente