Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Associazione Barioglio: Trivero scommette su Valdilana
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Associazione Barioglio: Trivero scommette su Valdilana

Molte famiglie preoccupate per la cessazione dell’assistenza domiciliare gratuita «Cercheremo una soluzione coinvolgendo anche gli altri tre Comuni e il Cissabo»

Associazione Barioglio: Trivero scommette su Valdilana. Dopo l’annuncio nei giorni scorsi della cessazione delle principali attività del sodalizio, il Comune lancia una idea.

Associazione Barioglio: Trivero scommette su Valdilana

Uno degli ultimi progetti dell’attuale amministrazione comunale, sarà comunque quello di valutare il problema legato alla mancanza del servizio di domiciliarità: «I nostro intento – evidenzia l’assessore ai servizi sociali Elisabetta Prederigo – prima di concludere il mandato, è quello di creare un tavolo di confronto con Cissabo, l’amministrazione dei quattro comuni che fanno parte della Valdilana, con la Fondazione Zegna e naturalmente con l’associazione Antonio Barioglio proprio per la sua esperienza e professionalità in questo campo. In definitiva, si vorrebbe mettere in campo un progetto integrato adattandolo al nuovo Comune che nascerà a breve. Ci ritroveremo per definire le modalità di questa operazione, che non è di poco conto. Il fatto si portare assistenza sanitaria a domicilio è un servizio fondamentale soprattutto in un territorio come il nostro dove risiede una popolazione anziana. Il servizio deve continuare ad essere di qualità come lo è stato fino ad ora».
In ogni caso l’associazione Barioglio, nata per ricordare l’operato del geriatra triverese a cui è intitolata, continuerà la sua opera con uno sportello tenuto da personale qualificato, quale punto di riferimento per le varie richieste di aiuto: gestione dell’ammalato demente, pratiche amministrative da assolvere, informazioni su ausili cui si abbia diritto, guida alle persone di riferimento per la soluzione a vari problemi quotidiani. Il sodalizio, guidato da Emanuela Zanotti, valuterà inoltre la possibilità di organizzare mini corsi formativi per badanti, volontari o familiari.

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente