Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Auto ecologica, si paga il bollo
Attualità Borgosesia e dintorni -

Auto ecologica, si paga il bollo

Anche i proprietari dei veicoli ad alimentazione green dovranno pagare il bollo alla scadenza del quinto anno dall’immatricolazione. La mini-tassa sarà applicata, a partire da gennaio, ai veicoli Gpl e bifuel e ammonterà a circa 50 euro.

Anche i proprietari dei veicoli ad alimentazione green dovranno pagare il bollo alla scadenza del quinto anno dall’immatricolazione. La mini-tassa sarà applicata, a partire da gennaio, ai veicoli Gpl e bifuel e ammonterà a circa 50 euro. Tra le auto ecologiche che in passato usufruivano delle agevolazioni, la Regione Piemonte ha mantenuto l’esenzione per le sole auto a metano.

In Piemonte sono 180 mila i veicoli con alimentazione green (motocicli, veicoli bifuel a Gas-GPL e metano native): secondo i calcoli dell’assessorato, dal primo gennaio 2016 almeno 100 mila veicoli rientreranno nelle nuove disposizioni e i proprietari dovranno pagare il bollo auto. Poi progressivamente toccherà alle altre vetture. Il bollo auto dovrà essere versato anche per le auto convertite al bifuel i cui proprietari contribuiranno per 5,5 milioni di euro a rimpinguare le casse regionali.

Subiranno un aumento le auto storiche che, da quest’anno, vedono riconosciuto tale status non più dopo 20 anni ma dopo 30: i proprietari di vetture già dichiarate storiche non godranno fino al raggiungimento dei 30 la riduzione del 10% dell’ammontare dovuto (3 milioni di euro).

Il pagamento della tassa di circolazione sarà dovuto anche per i proprietari che hanno subito un fermo amministrativo del veicolo di proprietà: in questo caso l’incasso – non contabilizzato dalla Regione – arriverà fin ora 20 milioni di euro.

Articolo precedente
Articolo precedente