Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Beata Panacea: Ghemme aspetta la patrona che arriva da Quarona
Attualità Novarese -

Beata Panacea: Ghemme aspetta la patrona che arriva da Quarona

Pronto il programma della festa patronale che animerà il paese. Venerdì 3 maggio il gemellaggio con i quaronesi.

Beata Panacea: Ghemme entra nella settimana dedicata alla festa patronale, che condivide da sempre con Quarona.

Beata Panacea: Ghemme aspetta la patrona che arriva da Quarona

La giornata clou delle celebrazioni patronali sarà naturalmente il primo venerdì di maggio. Ma gli appuntamento religiosi non saranno i soli ad animare la festa. In giro per il paese ci saranno mostre d’arte, in piazza Castello le immancabili giostre e la mostra del vino, senza dimenticare il banco di beneficenza dell’associazione “Noi del castello”.

Le messe

Le celebrazioni religiose si apriranno ufficialmente giovedì 2 maggio alle 20.45 in chiesa alla presenza delle autorità civili. Venerdì 3 maggio alle 6 santa messa dell’aurora e alle 8 processione dell’accoglienza con il toccante momento dello scambio delle croci e delle stole con i quaronesi che arriveranno a piedi. Alle 8.45 messa per gli “ospiti” celebrata dal parroco don Matteo Borroni e alle 9.45 saluto di commiato alla fontana della Beata dove le bande musicali dei due paesi eseguiranno gli inni e le Beatine si scambieranno i fiori. Alle 10.15 all’oratorio ecco la benedizione e la distribuzione del pane e del vino. Alle 11 in parrocchiale inizierà invece la solenne concelebrazione presieduta da monsignor Fausto Cossalter, vicario generale della diocesi di Novara. Sarà invece con Alessandro Cosotti, coordinatore della pastorale giovanile della Bassa Valsesia a celebrare la messa solenne di domenica mattina alle 10.30, alla quale parteciperanno i diciottenni di Ghemme e Carpignano. Sempre domenica 5 maggio, ma alle 16, tradizionale concerto della Nuova filarmonica ghemmese sul sagrato della chiesa (o all’interno, in caso di maltempo). Alle 18 calerà il sipario sulle celebrazioni con la messa celebrata da don Borroni.

L’arte e la sagra

Le mostre degli artisti locali sono da sempre uno dei piatti forti della festa patronale di Ghemme. Tra le proposte di quest’anno “Beata Panacea… una di noi” una rassegna visitabile dall’1 al 12 maggio (negli orari di apertura della chiesa) nella cappella di Santa Marta. L’esposizione sarà visitabile da mercoledì 1 maggio a domenica 5 dalle 15 alle 18.30 e dalle 20 alle 22. All’ex trattoria Massetta. in via Novara 75, ecco “Volti del tempo”, rassegna di opere di Edmondo Poletti, aperta fino a domenica dalle 15 alle 18. Venerdì 3 maggio alle 18.30 a “Spazio E” sarà inaugurata invece la mostra “Forme di vita” con le opere di Michele Tria. Apertura fino al 9 giugno tutti i giovedì dalle 16 alle 22 e dal venerdì alla domenica dalle 11 alle 22. Venerdì 3 e domenica 5 tornerà anche la tradizionale “sagra della Beata Panacea” con le bancarelle che troveranno posto tra piazza Antonelli, via Silvio Pellico, via Novara, via Monte Rosa e via Roma. In via Interno castello, invece, è aperto il banco di beneficenza curato dall’associazione “Noi del castello”.

Il programma di Quarona

Da lunedì 29 aprile a giovedì 2 maggio si alterneranno sacerdoti valsesiani per guidare le liturgie nella chiesa della Beata al Piano, sempre con inizio alle 20.30. Venerdì 3 maggio ci sarà la partenza del pellegrinaggio verso Ghemme, e in serata sarà il parroco padre Matteo Borroni a guidare il momento di preghiera. Domenica infine sarà celebrata la messa alla Beata al Piano alle 10.30, con il vicario episcopale don Renzo Cozzi; al termine la processione seguendo il percorso via XX Settembre, viale Roma, corso Rolandi, via Lanzio, vicolo del Reale, corso Rolandi, rotonda della Beata e ritorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente