Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Beata unisce la valle da Ghemme a Quarona | Le foto
Attualità Borgosesia e dintorni -

Beata unisce la valle da Ghemme a Quarona | Le foto

Un'espressione di fede secolare, fine settimana di emozioni per la quinta traslazione

Beata unisce la valle da Ghemme a Quarona. Sabato grandi emozioni nelle due comunità valsesiane che hanno partecipato alla quinta traslazione della Beata.

Beata unisce la valle da Ghemme a Quarona

E da Ghemme è partita l’urna, facendo sosta per un momento di raccoglimento e preghiera, a Romagnano, Grignasco, a Borgosesia e all’ospedale. A Quarona la Beata è stata accolta nel grande prato a lato dell’azienda Loro Piana, da una folla numerosa e festosa, dalle note della banda musicale del paese, dalle beatine, dalle associazioni. Nel suo saluto, dopo aver ringraziato tutti coloro che hanno contribuito nell’organizzazione dell’evento, padre Borroni ha rimarcato la grande fede delle comunità valsesiane per una ragazzina resa santa dal popolo. Il sindaco Sergio Svizzero ha richiamato la settimana intensa di celebrazioni: «Una settimana in cui ci si dovrebbe riavvicinare alle virtù della Beata: umiltà, tolleranza e pazienza. In un periodo in cui si parla di muri, la tolleranza e la pazienza diventano messaggi fondamentali e quanto mai attuali».

Scorri per vedere le foto

Legame con la Valsesia

L’imprenditore valsesiano Pier Luigi Loro Piana ha evidenziato quanto sia importante difendere la Valsesia e i suoi valori: «Il legame con questa terra e le sue tradizioni è testimoniato dalla grande presenza di persone alla manifestazione dedicata alla Beata. La Beata è stata importante nel corso dei secoli tra le nostre comunità ed è bello avere nuove occasioni per renderle omaggio».

Arrivo in chiesa

Dopo i discorsi di autorità religiose e civili, si è mosso il corteo che ha raggiunto la chiesa parrocchiale di Quarona, con l’urna disposta su un carretto in legno abbellito da fiori e accompagnato dalla banda musicale di Quarona. In tanti hanno atteso l’arrivo della Beata sul sagrato della chiesa, e molti alle finestre e ai balconi delle case. La chiesa di Sant’Antonio abate era decorata con festoni di color azzurro e i canti della corale Primavera hanno accompagnato l’ingresso della Beata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente