Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Borgosesia: i vandali vengano a chiedere scusa
Attualità Borgosesia e dintorni -

Borgosesia: i vandali vengano a chiedere scusa

«Se non accadrà, allora si cambierà passo e sarà tolleranza zero»

borgosesia i vandali

Borgosesia i vandali chiamati a scusarsi per i danneggiamenti compiuti in città.

Borgosesia «I vandali  si scusino»

Vandali in azione a Borgosesia: nelle ultime settimane una serie di piccoli furti e vandalismi ha messo in allarme l’amministrazione comunale. E per questo è pronta una “stretta” contro chi ruba o danneggia gli spazi pubblici. Nessun pugno duro, per il momento, ma basteranno le scuse. Poi si vedrà se serviranno interventi più drastici. «Non tollereremo un’escalation – è il messaggio dei consiglieri che si occupano del settore sicurezza -. In città ci sono tante telecamere, e basta davvero poco per individuare i responsabili. Vengano a scusarsi, e la questione si chiuderà senza conseguenze».

Le telecamere

Gli esponenti del Comune fanno riferimento ad alcuni fatti segnalati negli ultimi giorni: «Pensiamo ad esempio ai vasi di fiori spariti dal ponte di Aranco – dice Chiara Godio, consigliere comunale delegato alla sicurezza -, ad altri piccoli dispetti, ai contenitori svuotati dai sacchetti per raccogliere i bisogni dei cani. Si tratta certamente di episodi di modesta entità, ma che non intendiamo sottovalutare per non lasciare spazio all’idea che a Borgosesia si possa fare di tutto e restare impuniti. Si tratta pur sempre di fatti che danneggiano la collettività, che impongono ulteriori spese al Comune, quindi vanno fermati». E del resto in città gli strumenti per individuare i responsabili ci sono: «Abbiamo una quarantina di telecamere – conferma Godio -, che rendono semplice vedere tutto e scoprire chi siano gli autori di ogni singolo fatto. Tuttavia non vogliamo infierire, è sufficiente che i responsabili vengano a chiedere scusa e per noi la vicenda può chiudersi senza conseguenze. Certo, se non accadrà, e se gli episodi di danneggiamento aumenteranno, allora si cambierà passo e sarà tolleranza zero».

Controlli serali

Un concetto che viene ribadito una volta di più dal consigliere comunale Ferdinando Nardella, a cui il sindaco Paolo Tiramani ha affidato la delega per la polizia municipale: «A Borgosesia non esiste un problema sicurezza, ma non vogliamo che qualcuno se ne approfitti – osserva -. Se aumenteranno i segnali di atteggiamenti poco rispettosi della proprietà pubblica, interverremmo in maniera determinata. Non saranno tollerati altri comportamenti simili». Tra i primi provvedimenti al vaglio di chi deve occuparsi della sicurezza dei borgosesiani c’è l’intensificazione dei controlli nelle ore serali. Un provvedimento che dovrebbe entrare in vigore già nei prossimi giorni. «Con il periodo estivo riprenderanno le pattuglie serali della polizia municipale – assicura Nardella -, ed entro la fine dell’anno è prevista anche l’installazione di nuove telecamere della videosorveglianza agli ingressi della città e nei punti che oggi non sono ancora adeguatamente coperti dagli “occhi elettronici”. La sicurezza è una delle nostre priorità, e saremo inflessibili nel far rispettare le leggi, in modo da garantirla ai nostri concittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente