Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Borgosesia multa di 300 euro per la “cacca” del cane
Attualità Borgosesia e dintorni -

Borgosesia multa di 300 euro per la “cacca” del cane

L'amministrazione si avvale dell'aiuto delle telecamere per individuare i padroni "distratti"

cellio con breia

Borgosesia multa per il proprietario che ha abbandonato i ricordini di Fido.

Borgosesia multa per le deiezioni canine

Una persona è stata multata dal Comune per non aver raccolto gli escrementi del cane. La sanzione è salata, 300 euro. Non resterà un caso isolato. Altri episodi sono all’esame delle telecamere, per dare un segnale forte e far cessare le cattive abitudini. Il problema è molto sentito e in più occasioni i residenti di diverse vie, anche del centro, hanno segnalato lo scarso senso civico di alcuni proprietari di animali che “dimenticano” di pulire.

L’ordinanza

«E’ un aspetto su cui diversi cittadini si lamentano – conferma l’assessore comunale Eleonora Guida -, purtroppo è sufficiente vi sia qualcuno che non rispetta le regole della buona educazione per rendere vano il lavoro fatto per la pulizia della città. Esiste un’ordinanza per raccogliere le deiezioni canine e la faremo rispettare». Il primo caso sotto verifica ha già portato a individuare il trasgressore. «E’ accaduto in piazza Cavour, in orario serale – specifica l’assessore -. E’ bastato un controllo alle registrazioni delle telecamere della videosorveglianza per cogliere il momento “incriminato”. La persona non fa il minimo accenno per pulire, un atteggiamento che non ci sentiamo di tollerare più».

Tolleranza zero

L’intenzione dell’amministrazione comunale è di non far passare più alcun episodio. «Deve arrivare il messaggio che bisogna raccogliere gli escrementi – spiega Guida -, un segnale forte per interrompere questi esempi di scarsa attenzione civica. Ci sono molti proprietari di cani che si comportano correttamente; purtroppo altri non sono altrettanto attenti. Con l’ausilio delle telecamere cercheremo di identificare chi non osserva l’ordinanza. Già è difficile mantenere pulita una città, se poi manca un minimo aiuto da parte dei cittadini tutto diventa più complicato e costoso. Oltre al problema delle deiezioni penso anche a chi lascia fare la pipì ai propri cani contro i pali dei lampioni senza poi pulire con un po’ di acqua: alla lunga il palo si corrode alla base e bisogna sostituirlo con costi per la collettività».

Al parco

Altre multe sono imminenti. «Stiamo controllando alcuni episodi concentrati al parco Magni – anticipa l’assessore -. Avevamo avuto parole di elogio qualche mese fa, poiché tutti rispettavano le indicazioni e non sporcavano l’area, ora siamo stati smentiti da qualche proprietario di animale che ha pensato fosse meglio non raccogliere. Stiamo verificando se è possibile risalire al trasgressore. La multa non è bassa, credo sia meglio per tutti mettere un po’ più di attenzione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente