Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Borgosesia stacca gli assegni per i rioni del carnevale
Attualità Borgosesia e dintorni -

Borgosesia stacca gli assegni per i rioni del carnevale

La cerimonia si è svolta nella sala consiliare del municipio alla presenza dei rappresentanti dei gruppi, degli amministratori e del costruttore viareggino Umberto Cinquini, che ha avuto il ruolo di “padrino” della premiazione.

Borgosesia stacca gli assegni per i rioni del carnevale con l’ospite d’onore Umberto Cinquini, costruttore viareggino.

Borgosesia stacca gli assegni per i rioni del carnevale

Sono stati assegnati sabato 13 aprile i premi in denaro ai rioni che hanno partecipato alle sfilate di carnevale. La cerimonia si è svolta nella sala consiliare del municipio alla presenza dei rappresentanti dei gruppi, degli amministratori e del costruttore viareggino Umberto Cinquini, che ha avuto il ruolo di “padrino” della premiazione. «La presenza di Cinquini ha sottolineato l’importanza di questa giornata, che con la consegna ufficiale dei premi ha messo il sigillo finale all’ottima edizione del carnevale 2019 – commenta Marco Buonamici, consigliere comunale con delega al carnevale -. Per l’edizione 2019 l’amministrazione ha elargito sessantamila euro a sostegno del lavoro dei comitati. Abbiamo deciso di consegnare i premi direttamente ai rioni costruttori, proprio per premiare il loro impegno nell’assicurare ogni anno un elevato livello qualitativo alle sfilate borgosesiane. Grazie a loro il carnevale di Borgosesia è sempre più apprezzato e richiama migliaia di persone a ogni appuntamento».

I premi

Il finanziamento totale ammonta a 60mila euro, così suddivisi. Per quanto riguarda i carri, ha portato 9.200 euro a Montrigone vincitore del Palio, quindi 8.700 ai Mola Mai, 8.300 alla Fornace, 7.900 a Cravo e 7.100 a Valbusaga. Ai gruppi mascherati del minipalio, la classifica ha beneficiato di 4.700 euro il vincitore Agnona, 4.500 agli E.le.menti dal Borg, 4.300 a Bettole e 3.900 ai Tiratardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente