Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Borgosesia vetrine “in adozione” per far rivivere anche i negozi chiusi
Attualità Borgosesia e dintorni -

Borgosesia vetrine “in adozione” per far rivivere anche i negozi chiusi

Saranno garantiti sgravi fiscali a chi mette lo spazio inutilizzato a disposizione di un altro commerciante per esporre i prodotti.

Borgosesia vetrine “in adozione”: appena lanciata l’opportunità, già tre vetrine (in piazza Mazzini e via XX Settembre) sono state occupate.

Borgosesia vetrine “in adozione” per far rivivere i negozi chiusi

L’idea è nata per arginare la “desertificazione” del piccolo commercio: «Il periodo non è certo facile per i piccoli commercianti locali, costretti a fare i conti con la concorrenza della grande distribuzione e con le vendite on-line – è il pensiero del sindaco Paolo Tiramani -. Con “Adotta una vetrina” l’obiettivo è di garantire maggiori spazi espositivi a disposizione dei commercianti: invitiamo i proprietari dei negozi chiusi di rendere disponibili alle attività vicine le vetrine non utilizzate».

Sgravi fiscali

Continua il sindaco: «Per agevolare l’operazione, nella convinzione che tutta la rete economica della città ne trarrà vantaggio, il Comune prevede benefici per i proprietari facendo loro pagare meno tasse: Imu e Tari saranno conteggiati come se il locale fosse vuoto, mentre chi usufruisce degli spazi non dovrà corrispondere alcuna tassa comunale».

Un Commento

  • Claudio ha detto:

    Beh…l’UNICA MANIERA per far “concorrenza seria” alle vendite online…è cercar di “diminuire un pochino i prezzi”! Non vi è altro modo…figuriamoci poi con ‘sta storiella delle vetrine…ah ah ah!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente