Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Bornate carnevale dei bambini compie 60 anni GALLERY
Attualità Serravalle e Grignasco -

Bornate carnevale dei bambini compie 60 anni GALLERY

Domenica un lungo corteo in festa ha percorso le vie della frazione

Bornate carnevale dei bambini compie 60 anni.  Conclusi i festeggiamenti carnevaleschi a Serravalle, Bornate è stato il paese protagonista della manifestazione più divertente dell’anno.

Bornate carnevale dei bambini

Domenica pomeriggio la frazione serravallese ha fatto da cornice al giro dei cortili e alla festa dei bambini. Da piazza don Noè Croso grandi e piccole mascherine hanno iniziato a sfilare per le vie del paese facendo alcune tappe gastronomiche. Ad accompagnare il corteo colorato sono stati il Lanternun e la Lum, impersonati anche quest’anno da Carlo Bellomo e Lina Sturchio. Mentre i più grandi hanno avuto la possibilità di gustare una serie di manicaretti preparati tra le vie del paese, i bambini sono stati coinvolti in una serie di attività alla Ca’ Lanternun. Tra balletti e distribuzione di doni, i piccini hanno trascorso un pomeriggio con le loro famiglie all’insegna dei sorrisi e dei colori. Questo è uno dei diversi appuntamenti che hanno visto protagonisti il re e la regina della località serravallese.

La consegna delle chiavi

Venerdì sera è stato il parroco di Serravalle, don Ambrogio Asei Dantoni, a consegnare alle maschere le chiavi del paese: «Vi auguro un carnevale spensierato e invito tutti a partecipare – ha detto il sacerdote -. Vorrei anche ricordare una persona che ha fatto tantissimo per Bornate, Vintebbio e Piane che ora non c’è più. Mi riferisco a don Pietro Lupo. Sono sicuro che lui da lassù ci sta seguendo e ci sprona tutti a continuare a portare avanti queste belle tradizioni». Terminata la cerimonia il Comitato carnevale ha dato il via alla tombola. Sabato mattina invece il re e la regina di Bornate insieme al loro seguito hanno fatto visita alla casa di riposo, mentre alla sera grande veglione mascherato alla Ca’ Lanternun.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente