Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Calcio amatori: “Cuj da Rumagnan” promossi in serie A
Attualità Novarese -

Calcio amatori: “Cuj da Rumagnan” promossi in serie A

La squadra si è distinta anche per la correttezza, come testimonia il primo posto nella classifica del fair-play.

Calcio amatori: “Cuj da Rumagnan” si è distinto anche per la correttezza, come testimonia il primo posto nella classifica del fair-play.

Calcio amatori: “Cuj da Rumagnan” promossi in serie A

La vittoria per 1-0  ottenuta sabato 1 giugno in trasferta contro il Baveno ha scatenato la festa in casa Cuj da Rumagnan. La squadra sesiana, infatti, ha chiuso al primo posto nel suo girone del campionato di calcio del Csi di Novara, conquistando la promozione diretta in serie A. Un risultato meritato, come testimonia il ruolino di marcia della formazione romagnanese, che ha chiuso con 19 partite vinte, 4 pareggiate e una sola persa. Davvero niente male per un sodalizio nato soltanto la scorsa estate e che alla sua prima stagione ha subito fatto centro. È possibile seguire le avventure di Cuj da Rumagnan su Instagram e Facebook.

LEGGI ANCHE: Calcio a 5 spopola in Valsesia: concluso il campionato

La rosa romagnanese

Ma chi sono i protagonisti della cavalcata vincente? Alberto Baranzelli, Stefano Comazzi (attaccante convertito ad allenatore in seconda a causa di un infortunio), Gianni Galardini, l’allenatore, Giuseppe Ciani, il veterano Alessandro Trivelli, che nella prossima stagione abbandonerà il gruppo per riprendere la sua carriera da allenatore, Marco Ghiringhelli, il vice-capitano, Gabriele Gamalero, il bomber, Andrea Dessilani, Fabrizio Ferronato, Luca Gambini, l’unico portiere, Alessandro Manto, Stefano Gambini, papà del portiere e  guardalinee in tutte le partite, Giuseppe Liotta, capocannoniere della squadra con più di 20 gol, Ivano Troffei, Nicholas Agarla, Riccardo Ferrari, Nadir Deagostini, Erik Depaulis, Lorenzo Cometti e Marco Ponzetto, il fondatore, capitano e numero 10 che è riuscito nell’intento di dare vita a questo meraviglioso gruppo. E poi Cesare Tota, il “piccolino” del gruppo, Emanuele Andreoletti, Davide Gibin e Giuseppe Procino. Senza dimenticare il presidente onorario, Eraldo Bertona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente