Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Canzone del carnevale: l’incontro di Locarno
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Canzone del carnevale: l’incontro di Locarno

Giunto alla 26esima edizione il tradizionale ritrovo degli autori delle canzoni.

Canzone del carnevale: l’incontro degli autori delle canzoni organizzato dal comitato Paniccia di Locarno.

Canzone del carnevale: l’incontro di Locarno

26esimo successo per l’Incontro degli autori delle canzoni del carnevale, organizzato domenica 10 marzo dal Comitato Paniccia di Locarno. L’evento, come al solito, «ha riscosso il consueto e meritato successo – riferisce Silvano Pitto -, confermato dalla presenza dei numerosi spettatori che da molto tempo ci seguono fedelmente, riempiendo il salone parrocchiale. Tredici sono stati gli autori che si sono avvicendati sul palco per leggere le rispettive composizioni, più o meno corpose, tutte interessanti per i contenuti concernenti fatterelli e protagonisti  locali, spesso interpretate con garbo. Se poi vogliamo segnalare uno degli autori che abitualmente riesce a coinvolgere in pieno l’uditorio, non ci sono dubbi: è Fulvio Folghera , che con lo pseudonimo di “Bargnun dël Dram” firma frequentemente la canzone di Parone».

Gli ospiti d’onore

Oltre all’autore della canzone di Parone, erano presenti anche i compositori di Belvedere, Campertogno, Cervarolo, Fobello, Nosuggio, Locarno, Morca, Piane Belle, Roccapietra, Sabbia, Scopa e Varallo. Tutti gli autori hanno ricevuto in omaggio il volume che raccoglie i testi della precedente edizione. «Anche questi libretti, stampati a cura della Pro loco Locarno, hanno una loro storia – sottolinea Pitto -, essendo ormai giunti al 19° volume». L’incontro di domenica era l’ultimo degli appuntamenti del carnevale di Locarno, che può archiviare anche altre due date memorabili: il raduno di tutti gli interpreti delle maschere del paese, Saradüra e Cainacc, in occasione del quarantesimo della loro storia, e il giorno della paniccia, con un eccellente menu per i numerosissimi convitati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente