Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Carnevale Valduggia serve una nuova Marijn
Attualità Borgosesia e dintorni -

Carnevale Valduggia serve una nuova Marijn

Marica Dall'Anese, volto della maschera per otto anni, cede il testimone

carnevale valduggia

Carnevale Valduggia: dopo otto anni, la storica Marijn Marica Dall’Anese vuole passare il testimone.

Carnevale Valduggia cerca una nuova maschera

Nuova Marijin cercasi per il carnevale di Valduggia. Il Comitato è alla ricerca di una nuova maschera femminile per l’edizione 2019. Dopo otto anni, infatti, Marica Dall’Anese ha lasciato il ruolo di Marijn. Dopo aver vestito i panni della maschera regnante al fianco di re Zors dal 2011 sino all’ultima edizione, Dall’Anese ha deciso di passare il testimone: «Con grande dispiacere, devo abbandonare il ruolo per poter gestire con più tranquillità i miei impegni, sia lavorativi che familiari – spiega -. Non è stata una decisione facile perchè con il carnevale, soprattutto con i soci del comitato, con gli abitanti e con le molte persone legate alla manifestazione conosciute in questi anni, ho vissuto momenti molto emozionanti».

Trent’anni di Carnevale

E’ stata meditata la scelta di Marica: «Non è stata presa nelle ultime settimane: ci stavo già pensando almeno da due anni, e avevo sempre rinviato perchè lasciare il ruolo è difficile. Ma andava fatto anche per dare la possibilità ad altre ragazze di vivere quello che ho vissuto io». Marica Dall’Anese vive il carnevale di Valduggia da trent’anni: «Prima di indossare gli abiti della Marijn sono stata damigella del comitato di Lebbia per ventun’anni – racconta -. Quando ho ricevuto la richiesta di diventare la regina del carnevale del paese non ho potuto rifiutare, è un sogno per qualunque ragazza che vive il carnevale. Ricordo ancora il primo giorno che ho vestito gli abiti della Marijn: ero molto emozionata, e decisamente in ansia».

I Re Zors

Marica Dall’Anese ha avuto al suo fianco due Re Zors: per sette anni è stato Pier Luigi Prino e nell’ultimo carnevale Diego Zignone: «Sono stata molto fortunata ad aver trovato due re Zors così in gamba – commenta -: sia con Pier Luigi che con Diego, benchè fosse al primo anno, mi sono trovata proprio bene». Tra gli innumerevoli momenti vissuti nelle vesti di Marijn, Dall’Anese ricorda specialmente quelli con i bambini e gli anziani: «Non ho mai rinunciato andare nelle scuole e in casa di riposo – prosegue -: bambini e anziani attendono sempre questi momenti di allegria, ogni volta mi hanno fatto sentire importante e mi hanno regalato tantissima gioia. Spero di essere riuscita a regalare loro altrettanta felicità».

L’impegno prosegue

Sebbene abbia lasciato l’incarico di maschera femminile, Dall’Anese non ha intenzione di rinunciare al carnevale: «Resterò nel comitato come damigella – conclude -, lavorerò, parteciperò a tutte le manifestazioni senza però essere più la protagonista. Dopo tanti anni è giusto che ci sia un cambio altrimenti si rischia di rendere tutto monotono».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente