Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Casa del pellegrino: Varallo respinge l’unica offerta
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Casa del pellegrino: Varallo respinge l’unica offerta

Al via un nuovo bando per cercare un gestore per la struttura

casa del pellegrino

Casa del pellegrino: si riparte con un nuovo bando. L’unica offerta pervenuta non è stata accettata.

Casa del pellegrino nulla di fatto

Prosegue la ricerca di un gestore per l’albergo Casa del Pellegrino al Sacro Monte di Varallo. L’unica offerta pervenuta entro i termini del primo bando di gara (scaduto il 29 marzo) non è stata accolta. «La commissione preposta a valutare le domande – fa sapere il sindaco Eraldo Botta – non ha potuto accogliere l’offerta in quanto non presentava tutti i requisiti richiesti dal bando».

Il nuovo bando

Il Comune nel ruolo di amministrazione civile del Sacro Monte, proprietario della struttura ricettiva, sta predisponendo un nuovo bando. Vi si potrà partecipare dal 20 aprile al 7 maggio e rispecchierà il precedente. L’albergo viene affittato in via sperimentale per un biennio a un canone annuale di soli 4mila euro (importo che potrà essere pagato in due rate semestrali). L’albergo comprende bar, sala ristorante, cucina attrezzata, 21 camere, servizi igienici e spazi comuni. Annessi anche i due locali sottostanti la cappella della “Crocefissione”. Un tempo erano utilizzati dai pellegrini per consumare i pranzi al sacco. Potranno essere sistemati per cerimonie ed eventi, e le 12 camere adibite a dependance dell’albergo al secondo piano di Casa Parella, l’ampio edificio col portico che si affaccia sulla piazza della Basilica.

I sopralluoghi

Ricorda il primo cittadino: «L’albergo è arredato, la cucina è attrezzata, c’è l’ascensore e gli impianti, tra cui quello di riscaldamento a metano, sono funzionanti ed efficienti, pertanto può riaprire senza grossi investimenti. Sarà necessario solo un piccolo restyling». Gli interessati potranno contattare direttamente il sindaco al 329.4357954 per effettuare anche un sopralluogo tecnico, per altro obbligatorio come previsto dal bando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente