Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Cellio e Breia, uno spiraglio per il medico: si farà un concorso ad hoc
Attualità Borgosesia e dintorni -

Cellio e Breia, uno spiraglio per il medico: si farà un concorso ad hoc

Dopo il pensionamento di Franca Maria Cavagnino resta incerta la situazione di Quarona

A Cellio, Breia e Piana dei Monti il medico ci sarà. Dopo le sollecitazioni dei sindaci ad Asl, prefettura e Regione, l’azienda sanitaria ha infatti dichiarato Cellio e Breia “zona carente” e pertanto verrà bandito un concorso per trovare un nuovo dottore. Il precedente medico, Mario Andreone, è morto a settembre; l’Asl ha inviato un sostituto, ma solo per un mese. Scaduti i trenta giorni la zona è rimasta scoperta e ai pazienti rimasti “orfani” di Andreone è stato detto di recarsi al Cup dell’ospedale di Borgosesia e di scegliere un nuovo medico di base tra quelli in elenco nel distretto valsesiano.

Il concorso per trovare il nuovo dottore, aperto a tutti i professionisti d’Italia, verrà dunque bandito, ma ci vorrà poi del tempo prima che il posto venga assegnato. «Da qui ad allora – commenta il sindaco di Cellio Martino Valmacco – chiederemo un sostituto che visiti a Cellio e Breia temporaneamente». Oltre ai primi cittadini di Cellio e Breia, Valmacco e Daniele Todaro, sono interessati alla questione anche il sindaco di Madonna del Sasso Ezio Barbetta (per i residenti di Piana dei Monti), di Valduggia Pier Luigi Prino (alcuni frazionisti si recano per comodità in ambulatorio a Cellio) e di Quarona Sergio Svizzero. Diverse centinaia di  quaronesi, infatti, sono rimaste senza medico dopo il pensionamento di Franca Maria Cavagnino (e gli altri due dottori presenti in paese hanno già raggiunto il numero massimo di pazienti consentito per legge).

A differenza di Cellio e Breia, Quarona non è però stata definita “zona carente” e pertanto il concorso non la include ufficialmente. «Vorremmo però riuscire a risolvere anche la situazione di disagio dei quaronesi – prosegue Valmacco – e per questo chiederemo che il medico vincitore del concorso abbia un ambulatorio anche a Quarona».  Qui l’amministrazione ha già messo a disposizione un locale, problema che non si pone a Cellio o a Breia: qui gli ambulatori sono comunali e se necessario Cellio metterebbe a disposizione almeno per i primi tempi anche un alloggio.

La notizia del concorso va a sollevare gli animi dei cittadini, preoccupati per la situazione che si stava venendo a creare: «Non è possibile restare senza medico – sbotta Giancarlo Baldini di Piana dei Monti, ex assessore comunale  -. Ci è stato detto di rivolgerci a Madonna del Sasso ma per noi, sopratutto in inverno, è molto più lunga che arrivare a Cellio. Ho parlato con altri residenti della frazione, siamo rimasti in 19, e siamo tutti d’accordo sul fatto che si tratta di una situazione dalla quale si deve uscire al più presto. Altrimenti, ogni volta che avremo bisogno, andremo al pronto soccorso di Borgosesia…».

Articolo precedente
Articolo precedente