Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Cellio ricorda Enrico Dellassette, imprenditore ed ex vice sindaco
Attualità Borgosesia e dintorni -

Cellio ricorda Enrico Dellassette, imprenditore ed ex vice sindaco

Aveva fondato l’azienda specializzata in bulloneria che non trasferì per agevolare i compaesani.

Cellio ricorda Enrico Dellasette, imprenditore ed ex vice sindaco. E’ mancato pochi giorni fa, nella sua abitazione di Cosco, Enrico Dellassette. Aveva 72 anni.

Cellio ricorda Enrico Dellasette, imprenditore ed ex vice sindaco

Dellassette era nato il 24 giugno 1946 a Cellio. Si era sposato con Marisa Bonini, nel 1975, e dal matrimonio sono nati i figli Giorgio e Samuela. «Papà era una persona umile, discreta e con un cuore enorme – lo ricorda il figlio Giorgio -. Nonostante gli suoi infiniti impegni lavorativi e amministrativi, ha sempre messo la famiglia al primo posto. E’ stato un uomo a cui chiunque voleva bene. Lui c’era sempre, ha sempre fatto qualunque cosa affinchè tutti fossero sereni e felici». Dellassette è stato diversi anni nel consiglio comunale di Cellio: nel 1970 venne eletto consigliere nella lista del sindaco Marialuisa Terazzi; durante il mandato successivo, ha avuto l’incarico di assessore ai lavori pubblici, mentre dal 1980 al 1985 è stato vice sindaco di Giuseppe Penotti. Prezioso il suo lavoro per le diverse associazioni di Cellio: essendo un alpino ha sempre collaborato con il gruppo del paese, è stato vicepresidente della Soms di Cellio, attivo nel gruppo sportivo Valle Cellio e nel gruppo Aib fino alla sua chiusura nel 2000.

Il lavoro e la famiglia

A Cellio, nel 1982, aveva avviato l’Officina meccanica Dellassette, specializzata in bulloneria speciale: «Quando abbiamo ampliato l’azienda – spiega il figlio – avremmo potuto trasferirci, a Plello o Valduggia, per offrire maggiore comodità ai fornitori. Invece papà ha deciso di non farlo per rimanere in paese ed evitare inoltre che i dipendenti, per la maggior parte diCellio, potessero aver problemi nel raggiungere il posto di lavoro». Il 2 giugno 2011 Dellassette era stato insignito dalla Prefettura di Vercelli con l’onorificenza di Cavaliere della Repubblica; insieme a lui, il titolo era stato conferito ad Alfredo Miglino: «Siamo stati amici per tutta la vita – lo ricorda Miglino -: ci siamo frequentati sin da quando eravamo bambini. E’ stato veramente un amico con la “A” maiuscola». Il funerale è stato celebrato lunedì mattina nella chiesa di Cellio dal parroco don Angelo Porzio. Dellassette ha lasciato la moglie Marisa Bonini, la figlia Samuela con Andrea, il figlio Giorgio con Alice, gli amati nipotini Niccolò, Vittorio ed Elisa, la sorella Romana e il fratello Germano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente