Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Chiesa Lozzolo nuovo look per San Giorgio
Attualità Gattinara e Vercellese -

Chiesa Lozzolo nuovo look per San Giorgio

I lavori sono stati più impegnativi del previsto, ma ora sono arrivati a buon punto

chiesa lozzolo

Chiesa Lozzolo proseguono i restauri.

Chiesa Lozzolo lavori quasi ultimati

Sono in stadio avanzato i lavori della chiesa parrocchiale di Lozzolo. Mancano solo alcuni dettagli ma sono praticamente ultimati i lavori di restauro e risanamento conservativo della copertura e dell’apparato decorativo interno della chiesa parrocchiale di San Giorgio. Incaricato l’architetto Marzio Segatto dello Studio S&S di Gattinara, il progetto di restauro è stato depositato nell’inverno del 2013.

Gli interventi

Nel marzo 2015 sono iniziati i lavori alla copertura nella quale è stato compiuto il completo ripasso delle tegole, posizionando anche dei ganci ferma coppi affinché si evitino fenomeni di scivolamento delle tegole con conseguenti infiltrazioni di acqua. Anche tutta la lattoneria è stata rivista, migliorando ed integrando le sigillature sempre al fine di evitare infiltrazioni di acqua. Nel settembre 2015 sono partiti i lavori di restauro all’interno della chiesa. Per garantire una buon funzionamento anche delle attività liturgiche, i lavori sono stati suddivisi in quatto fasi. La prima e la seconda sono state caratterizzate da tempi di esecuzione più lunghi perché sono emersi, solo a lavori avviati, gravi distacchi di intonaco sulle volte, con rischio di caduta. Pertanto si sono eseguite lavorazioni più impegnative rispetto a quanto preventivato.

I costi

La spesa totale sostenuta è di circa 159.500 euro comprensiva di tutto: lavori di restauro, ponteggi, vetrate, tetto, lattonerie, materiale e Iva. Don Renzo e Don Jarek tengono a precisare che «Questo progetto è stato il frutto di un lavoro durato circa 4 anni e mezzo, che ha interessato diverse figure professionali tra cui l’architetto Daniele De Luca, delegato arcivescovile ai beni culturali ecclesiastici della Curia di Vercelli, a cui esprimiamo la nostra più sentita gratitudine. Un grazie poi a tutti coloro che hanno contribuito».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente