Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Combinata sci-vela tra Domobianca e Orta
Attualità Novarese -

Combinata sci-vela tra Domobianca e Orta

Una doppia sfida che ha coinvolto tanti appassionati

Combinata sci-vela, al via la seconda fase tra Domobianca e lago d’Orta.

Combinata sci-vela, un movimento in crescita

La stagione velica del Circolo Vela Orta ha avuto inizio domenica scorsa con la seconda fase della Combinata Sci-Vela, giunta alla sua ottava edizione. La prima fase, si era svolta sulla neve di Domobianca il 18 febbraio con le due manches di una appassionante gara di sci. La veleggiata ha visto in gara, sul percorso a bastone tracciato davanti alla Base nautica del Circolo Vela Orta, 12 barche divise nelle due classi “Bulbi/Cabinati” e “Derive”.

Nella prima classe la favorita era “Braveheart”, il nuovo Seascape 24 che grazie agli ottimi tempi ottenuti sugli sci da Michele de Gennaro e Davide Capriata era in testa alla classifica. Nella prova in acqua, l’ unica che ha consentito lo scarso vento, “Braveheart” ha tagliato per prima il traguardo, dando un distacco di oltre un minuto in tempo reale all’ Este 24 “Stella Celeste” e di oltre due minuti sull’ H22 “Joist”. Ma in tempo compensato la classifica della Veleggiata ha visto al primo posto “Stella Celeste” di Gianni De Bernardi, al secondo “Joist” di Stefano Nonnis e Diego Caldognetto, e al terzo “Braveheart” di Davide Capriata.

Con questo risultato “Braveheart”, con al timone Davide Capriata e con a bordo la moglie Monica, la figlia Giulia, Michele de Gennaro e Marco Olivari,

si è aggiudicato il Trofeo della Combinata Sci-Vela 2018 .

Nella classe “Derive” la Veleggiata è stata vinta dal Finn “Wind Lover” di Virgilio Neve, davanti al Classe S “Mascarpone Alpino” di Sergio Avondo e Claudio Giavani, ma in virtù delle due prove del suo equipaggio sulla neve la vittoria nella Combinata è andata a “Mascarpone Alpino”.

Avondo e Giavani, già vincitori l’ anno scorso, anche quest’anno tra le “Derive” si sono aggiudicati la Coppa della Combinata Sci-Vela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente