Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > «Comune di Varallo: la beffa dei garage sotterranei»
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

«Comune di Varallo: la beffa dei garage sotterranei»

Riparte da zero la procedura per l’assegnazione delle 79 autorimesse che sorgono sotto le scuole elementari

Il Comune si era offerto come garante per i garage rimasti invenduti

I garage furono completati nel 2009

Vendita dei garage sotterranei: punto e a capo. Riparte da zero la procedura per l’assegnazione delle 79 autorimesse che sorgono sotto le scuole elementari. In autunno il Comune di Varallo si era offerto come garante per arrivare in breve tempo all’aggiudicazione di quelle rimaste invendute dal 2009, anno in cui il parcheggio fu completato. Ora chi vuole aggiudicarseli potrà farlo solo partecipando a un’asta.

Avviata un’asta on line

«Il curatore fallimentare Silvano Cremonesi – si legge nel documento diramato dal sindaco Eraldo Botta -, ci ha comunicato che è stata avviata un’asta on line affidata alla società Sivag Spa di Milano, avente a oggetto la totalità dei box di Varallo, per lotti distinti. Quindi l’unica strada è l’asta giudiziaria, con base d’asta confermata a 5mila euro. Pertanto vi invito ad accedere al seguente link entro l’8 marzo: https://milano.benimobili.it/ricerca.html?filter=testo%7Cc.p.+lis%5El%7CMilano http://www.sivag.com/news/concordato_preventivo_lis_srl/index.html». Il primo cittadino suggerisce di fare un’offerta sul lotto già individuato nella manifestazione di interesse, «ma purtroppo – precisa – tale procedura non esclude la possibilità che altri possano presentare offerta sul medesimo».

Una manovra che lascia tutti a bocca aperta

Insomma una manovra che lascia tutti a bocca aperta dopo che a fine anno, conclusa l’operazione comunale per raccogliere le dichiarazioni di interesse tra i varallesi, le autorimesse potevano ritenersi tutte vendute e anche in tempi molto veloci. «Anche noi siamo stati informati di questa procedura solo nei giorni scorsi – afferma Botta – ed è ovvio che se si fosse saputo prima, avremmo evitato di fare da tramite per raccogliere le manifestazioni di interesse e si sarebbe proceduto direttamente con l’asta».

Il sindaco: «Solo un imprevisto»

«Ma la cosa importante è di essere riusciti a sbloccare la situazione e, ora, di arrivare quanto prima all’aggiudicazione dei garage che erano lì, nuovi ma in stato di abbandono dal 2009, e soprattutto a un prezzo che parte da 5mila euro. Posso ragionevolmente credere che tutti verranno venduti a questa cifra o poco più. Quindi ritengo che nonostante questo imprevisto tutti alla fine rimarranno soddisfatti. Del resto, in altro modo non sarebbe stato possibile acquistare un garage in pieno centro città a una cifra del genere. Ricordo che nel 2009 venivano venduti a circa 30mila euro. Adesso si tratta senz’altro di un affare». Il Comune si rende disponibile per ogni necessità: «Chi intende partecipare all’asta ma ha difficoltà a usare il computer per inserire i dati non deve far altro che recarsi in municipio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente