Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Crevacuore alunni in strada a caccia di gentilezze
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Crevacuore alunni in strada a caccia di gentilezze

Un percorso divertente per ricordarsi di usare sempre la cortesia

crevacuore alunni

Crevacuore alunni giocano “alla gentilezza”: perché imparare le regole della cortesia può essere anche divertente.

Crevacuore alunni a caccia… di gentilezze

Con i “giochi della gentilezza” i bimbi di Crevacuore imparano divertendosi. L’iniziativa sarà proposta domani ai bambini della scuola primaria, che porteranno l’evento lungo le strade del paese, dando così vita a una vera giornata delle buone maniere che coinvolgerà il paese. Ascoltare l’altro, dire grazie e mettersi a disposizione sono semplici azioni che spesso finiscono nel dimenticatoio, in una vita sempre più frenetica. E così ci è resi conto che per recuperare i valori di un tempo serve un corso di gentilezza partendo dai bambini.

I giochi

In questa ottica, arrivano anche in Valsessera i giochi della gentilezza, l’obiettivo è educare alla cortesia: piccoli gesti che possono a volte anche cambiare una giornata. Venerdì la scuola primaria di Crevacuore aderirà all’iniziativa promossa dall’associazione culturale “Cor et Amor”. Già deciso il programma della giornata, come spiegano le insegnanti della scuola primaria: «Al mattino ci sarà la “caccia alla gentilezza” organizzata da noi insegnanti che o condurrà i bambini per le strade del centro storico e gli esercizi commerciali del paese in una vera e propria caccia al tesoro, da cui tutte le squadre usciranno vincitrici; il bottino non sarà un bene materiale, ma un valore importante: la gentilezza».

Piccole esperienze

I bambini dovranno dimostrare di conoscere le buone maniere. L’importante è salutare chi si incontra per strada, rivolgersi in modo educato quando si entra in un negozio, insomma piccoli gesti che dovrebbero far parte del normale bagaglio culturale, ma che spesso vengono dimenticati. «Come scuola siamo stati contattati da questa associazione – spiega l’insegnante Valentina Perolio -. Abbiamo scelto di inventare una caccia al tesoro che consiste in cinque prove, mentre i bambini saranno suddivisi in nove squadra. Andranno in giro per il paese in alcuni negozi dove troveranno una parte del tesoro. Ogni squadra vincerà un petalo per andare a comporre la parola gentilezza da apporre poi in un cartellone che sarà appeso a scuola».

La merenda

La giornata della gentilezza proseguirà anche al pomeriggio. Dalle 15 alle 16 sarà proposta una merenda aperta a tutti nel piazzale davanti a scuola, anche in quel caso i bambini dovranno dimostrare di aver recepito i comportamenti gentili. Sarà una sorta di test finale. Ovviamente il progetto non si fermerà solo con la giornata dedicata ai giochi della gentilezza, i comportamenti educati dovranno essere tenuti nel corso di tutto l’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente