Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Dipendenti Asl ammalati: a Gattinara saltano i prelievi del sangue
Attualità Gattinara e Vercellese -

Dipendenti Asl ammalati: a Gattinara saltano i prelievi del sangue

L'altra mattina decine di persone rimandate indietro perché all'accettazione non c'era nessuno.

Dipendenti Asl ammalati: l’altro giorno al presidio sanitario di Gattinara sono stati annullati i prelievi del sangue. E gli utenti rimandati indietro.

Dipendenti Asl ammalati: a Gattinara nessuno all’accettazione

I due addetti dell’accetazione erano assenti per malattia: e quindi non si è potuto dare il via ai soliti prelievi del sangue già programmate, con decine di persone rimandate indietro. E’ accaduto l’altro giorno all’ospedale di Gattinara. Comprensibile l’arrabbiatura degli utenti, tra i quali anche lavoratori che hanno dovuto utilizzare ore di permessi per le analisi. Nel settore prelievi tutte le mattine dalle 7.30 ci sono minimo venti persone che aspettano il loro turno.

Il sindaco: assurdo che non ci sia un piano per le sostituzioni

«Non è ammissibile – dice il sindaco Daniele Baglione – che in una Casa della salute, il punto di riferimento più vicino ai cittadini dal punto di vista sanitario, si verifichino situazioni come quella di martedì. Il laboratorio analisi era perfettamente funzionante, con tutto il personale pronto; la mancanza degli amministrativi, però, ha mandato in tilt il servizio. E’ inconcepibile che non vi sia qualcuno di riserva per quella a mansione; oppure che, in caso di necessità, sia in grado di effettuare lo stesso lavoro. Ho parlato con la direttrice generale, Chiara Serpieri – prosegue Baglione -. Ha confermato che, con le nuove assunzioni, arriverà personale aggiuntivo». Nei mesi scorsi erano andati via “in blocco” cinque radiologi da Vercelli; per questo motivo il servizio di radiologia a Gattinara era stato sospeso. Così come, per mancanza di personale medico, a Borgosesia ad agosto si era fermato il punto nascite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente