Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Doccio e frazioni di Varallo attendono don Sandro: ha la tibia fratturata
Attualità Borgosesia e dintorni Varallo e Alta Valsesia -

Doccio e frazioni di Varallo attendono don Sandro: ha la tibia fratturata

L’incidente occorso qualche settimana fa ha reso necessario un doppio intervento chirurgico

Doccio e frazioni di Varallo attendono il loro parroco. Don Sandro Bertoli sottoposto a un intervento chirurgico per la riduzione di una frattura dopo un infortunio

Doccio e frazioni aspettano don Bertoli

Prosegue il periodo di riabilitazione per don Sandro Bertoli, parroco di Doccio, Locarno e Roccapietra, sottoposto a un intervento chirurgico per la riduzione di una frattura dopo un infortunio. Il sacerdote, ospite in clinica per la riabilitazione, non può quindi ancora tornare nelle parrocchie di competenza. L’incidente occorso qualche settimana fa ha procurato a don Sandro la frattura della tibia, rendendo necessario un doppio intervento chirurgico, il secondo a metà agosto a Vigevano. Nelle comunità delle frazioni guidate dal religioso c’è attesa per il suo ritorno. Nel frattempo, le celebrazioni sono officiate dai parroci di Quarona (per Doccio e Locarno) e di Varallo (per Roccapietra). Nel 2016 don Bertoli ha raggiunto i sessant’anni di sacerdozio, quasi interamente trascorsi in Valsesia. Ordinato sacerdote il 22 settembre 1956, per un anno ha svolto l’incarico di coadiutore nella parrocchia di San Martino a Novara e poi è stato chiamato a reggere la parrocchia di Cavaglia sino al 1961. E’ in quell’anno che ha raggiunto la parrocchia di Doccio diventandone la guida pastorale. Dal 1969 è diventato parroco anche di Locarno e nel 1980 ha ricevuto l’incarico di reggere anche la parrocchia di Roccapietra.

nella foto don Sandro Bertoli è al centro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente