Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Emporio solidale Valsessera cerca volontari
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Emporio solidale Valsessera cerca volontari

Apertura fissata entro tre mesi in alcuni locali dell’ex cinema Radar di Granero.

Emporio solidale Valsessera: la lettera di Massimo Platini, responsabile del progetto.

Emporio solidale Valsessera non è più solo un sogno

«L’emporio solidale in Valsessera non è più solo un sogno, un progetto da attuare, ma sta diventando ormai una realtà e la sua apertura avverrà alla fine del mese di giugno. Si pensa di aprire l’emporio due volte alla settimana, in orario mattutino, e si stima che sia necessario disporre di almeno quindici volontari per garantire una adeguata turnazione e un corretto funzionamento della struttura, suddivisi nei diversi compiti».

Il servizio della Caritas

«L’importante ruolo della Caritas, attraverso il centro d’ascolto, è garantito già adesso dai volontari  che si dedicano ad accogliere i nuclei famigliari bisognosi di aiuto e, di fatto, permettono di avere una visione accurata e precisa degli aventi diritto ad essere aiutati. La fase di distribuzione degli alimenti, per ora attraverso i pacchi mensili composti nella sede della Caritas, subirà gradualmente una trasformazione poiché gli utenti potranno recarsi all’emporio solidale e scegliere gli alimenti di cui effettivamente hanno maggiore bisogno e abbandonare il pacco composto solo da alimenti  non deperibili».

AAA volontari cercasi

«Mancano meno di tre mesi dalla data prevista per l’apertura dell’Emporio solidale e, attraverso queste righe, facciamo appello alle persone che vorranno far parte del progetto, a titolo di volontariato ricordando che gli utenti della Caritas sono cittadini di tutti i comuni della Valsessera e non solo di Coggiola. Importante è ricordare che in emporio potranno lavorare per 12 mesi  anche due persone, con impegno orario comunque limitato, grazie al contributo di 8mila euro deliberato dalla Fondazione Cattolica Assicurazione alla quale ci si è rivolti proprio con lo scopo di inserirle nel mondo del lavoro. Queste persone saranno indicate dai servizi sociali dell’Unione montana Valsesia che coordina per i nostri comuni i bisogni sociali. Sarebbe veramente utile aggiungere ai volontari già presenti persone di ogni comune del nostro territorio e anche gli studenti delle scuole superiori saranno certamente i benvenuti. Chi è interessato a partecipare a questa nuova avventura può servirsi dei seguenti recapiti: Massimo Platini al 329.6181.700, Pierangela Bora Barchietto al 338.4807.826 e Paolo Chioso al 338.3092.526».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente