Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Famiglia Comero si ritrova a Sizzano: c’erano quattro generazioni
Attualità Novarese -

Famiglia Comero si ritrova a Sizzano: c’erano quattro generazioni

L'evento organizzato da Antonio Comero, sempre in contatto con nipoti e pronipoti

famiglia comero

Famiglia Comero riunita: la grande “tribù” sizzanese va dai 4 agli 83 anni.

Famiglia Comero si raduna

Una famiglia che si allarga, ma senza perdere il legame affettivo che la unisce: grande raduno per la famiglia Comero. Il più anziano è il bisnonno Antonio, 83 anni, il più giovane Matteo, 4 anni. Quattro generazioni di Comero si sono ritrovate domenica per un raduno simpatico e sempre attesissimo dai protagonisti, sancito dal pranzo alla trattoria della pace di Mandello Vitta e da un selfie, che ha immortalato l’evento in un foto da conservare gelosamente tra i ricordi. Tutto, per la verità, era iniziato in mattinata, con la partecipazione alla messa celebrata dal parroco di Sizzano don Italo Zoppis, durante la quale sono sono stati ricordati due Comero che non ci sono più.

L’organizzatore

Quello che più di tutti ha insistito per la rimpatriata è stato proprio Antonio, che anche quando non li vede di persona risponde con gioia alle telefonate dei nipoti e pronipoti che abitano a Sizzano, Gattinara, Fara, Cossato e Brescia. In Lombardia si è trasferita Sara, la figlia di nonno Andrea, insieme al marito Francesco e a Matteo.
Gli altri figli di Antonio sono Angelo che ha avuto Laura, laureanda in lingue e Roberto campione podistico, mentre il nipote Luca è allenatore di basket a Gavardo, nel Bresciano.

“Carlin” Comero

Angelo non ha bisogno di molte presentazioni, è stato infatti sizzanese dell’anno nel 2016, e componente della Pro loco ma tutti lo conoscono come il “Carlin” la maschera del carnevale. La “dinastia” dei Comero prosegue con Felice e suo figlio Michele, mentre dalla sorella sono nati Gabriele e Cesare Cerutti. E c’è anche Giovanni, figlio dell’altro fratello mancato alcuni anni fa, che abita a Sizzano.
Tutti i nipoti sono legatissimi ad Antonio e lo contattano in modo tradizionale: sul telefono di casa o quando riescono, passando di persona. Andrea e Angelo, i figli di Antonio, utilizzano invece WhatsApp e Internet per rimanere in contatto con gli altri componenti della famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente