Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Ferruccio donatore da record: ha dato il sangue 155 volte
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Ferruccio donatore da record: ha dato il sangue 155 volte

Il portulese Brancaglion si è iscritto all'Avis triverese nel 1971

Ferruccio donatore, ha raggiunto i 70 anni e d’ora in avanti non potrà più donare. In occasione della Giornata del donatore per lui un distintivo in oro con diamante

Ferruccio donatore

Un distintivo in oro con diamante per concludere in bellezza una carriera di volontario Avis che lo ha portato a fare più di 155 donazioni di sangue. Ferruccio Brancaglion, di Portula, ha raggiunto i 70 anni e d’ora in avanti non potrà più donare. Ma il suo contributo alla causa dell’Avis è già stato enorme. Tant’è che l’altro giorno, in occasione della Giornata del donatore, la presidente Roberta Bonello gli ha assegnato la massima onorificenza tra tutti i volontari che sono stati premiati perché hanno raggiunto traguardi significativi nella loro opera di volontariato.

«Una vera soddisfazione»

«E’ stata una vera soddisfazione – dice Brancaglion – ricevere il distintivo. L’ultima donazione l’ho fatta ad aprile, poi il 24 di quel mese ho compiuto gli anni e quindi non potrò più donare. Sono andato “in pensione” da donatore, ma sono stato contento di aver fatto questa scelta». Il portulese si è iscritto all’Avis triverese nel 1971, e da allora ha continuato a donare il sangue con un ritmo invidiabile. «Mi sono iscritto – continua Brancaglion – che ero ventenne. Eravamo in diversi giovani e abbiamo deciso di fare questo gesto, era una cosa nuova in quegli anni. Anche la mia esperienza familiare mi ha portato a fare questa scelta. Mio fratello infatti è morto all’età di nove anni per emofilia, e questo mi ha fatto riflettere molto sui problemi legati a queste patologie e in generale al bisogno di sangue. Risultano 155 donazioni, ma in realtà ne ho fatta qualcuna in più: le prime non venivano trascritte».

Gli altri riconoscimenti

A testimonianza della sensibilità di molti, è stato consegnato il distintivo in oro con smeraldo a Roberto Buompane e Stefano Vellar. Il distintivo in oro con rubino è stato invece consegnato a Mauro Beltrame, Massimo Biasetti, Claudio Bertano, Michelangelo Collo, Moreno Godio, Quintino Marchese, Antonio Martinello, Walter Toniolo. Altri riconoscimenti sono stati consegnati, per le loro donazioni, a diversi altri iscritti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente