Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Fondo Obelisco, Codacons contro Poste
Attualità Borgosesia e dintorni -

Fondo Obelisco, Codacons contro Poste

L'associazione consumatori di Biella, Gattinara e Vercelli ha attivato anche un call center

Fondo Obelisco scaduto, ora Codacons prepara il ricorso.

Fondo Obelisco, Codacons all’attacco

Sono 22mila i risparmiatori che sono rimasti “traditi” dal Fondo Obelisco, si tratta di un fondo immobiliare di Investire Sgr. I sottoscrittori dal collocamento hanno visto scendere le quote del fondo fino a registrare una perdita dell’86 % dei capitali inizialmente investiti. Adesso “toccherà” alle Poste ristorare i sottoscrittori, almeno quelli che hanno comprato le quote del fondo. Il Codacons Biella, Gattinara e Vercelli ha attivato anche un call center al fine di recupare subito i risparmi. Per contatti telefonare al call center 892007.

2 Commenti

  • Cavagnero Gianfranco ha detto:

    Sono un sottoscrittore del fondo Obelisco acquistati presso ufficio postale di Torino per un valore di 25.000 euro (la mia liquidazione). Avuto notizia dal digente finanziario ch eè i titoli per persone avente più di 80 anni saranno rimborsati e avendomi assicurato che riceverò comunicazione tramite raccomandata che tutto andrrà a buon fine, come devo comportarmi. C’è da crederci????
    Distinti saluti

    • massimo ha detto:

      Salve Gianfranco,
      Lei ha ricevuto qualche risposta?

      Io sono in situazione analoga, per fortuna ho sottoscritto “solo” 5000 euro, ma ho 40 anni.
      Poste mi ha detto che in estate riceveremo una raccomandata e ci faranno sottoscrivere un fondo. In 5 anni (in cui pagheremo il deposito titoli) ci restituiranno il maltolto.
      Mi sono rivolto a ConfConsumatori ma mi hanno dato l’idea di sapere poco e di voler spillarmi 50 euro per l’iscrizione più 300 per avviare una causa stragiudiziale… per tanto così vado dal mio avvocato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente