Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Fulvio Chilò: riaprire la pista di motocross a Ponzone
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Fulvio Chilò: riaprire la pista di motocross a Ponzone

Arriva la proposta a seguito delle scorribande segnalate nei boschi.

Fulvio Chilò dichiara «Recuperare la pista di motocross a Ponzone servirebbe anche per i giovani che potrebbero avere un luogo sicuro dove potersi divertire, invece di scorrazzare per i boschi dove non si può».

Fulvio Chilò portavoce di Lega Trivero

Recuperare la pista di motocross è la proposta che Lega Trivero lancia dopo le varie segnalazioni di moto che girano lungo sentieri boschivi che dovrebbero essere riservati a chi va a piedi. «Già anni fa proposi di recuperare l’ex pista di motocross di Ponzone – fa notare Chilò -, ma l’ex sindaco Massimo Biasetti bocciò subito l’idea. Ora ci troviamo ragazzini che per divertirsi devono andare in mezzo ai boschi con tutti i rischi del caso». Nel 2013 si era organizzato anche un gruppo che aveva cercato di portare avanti il progetto. Il problema principale era però il rumore delle moto. «Qualcosa si poteva di certo fare – riprende Chilò – cercando di far coesistere più discipline come la moto, le mountain bike ad esempio. Invece l’ex amministrazione aveva da subito detto che lì non avrebbe mai più aperto una pista».

Un Commento

  • Enrico Pivetta ha detto:

    Se la gente non vuole sentire rumori deve andare al cimitero dove trova il silenzio più assoluto .
    La pista di motocross c’è sempre stata le moto nel 1970 facevano il triplo di rumore . Io la frequentavo ogni giorno e posso dire che attirava molti spettatori e corridori ma sembra que lá política incida sempre nella stupidità di una amministrazione comunale .
    Le cose quando devono essere fatte non bisogna guardare in faccia a nessuno visto che e un bene per il paese .

    Siete sempre stati ridicoli con il fatto della pista di motocross.

    Distinti saluti dal Brasile
    Enrico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente