Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > GALLERY: Avis di Coggiola, una ”famiglia” che ha compiuto 50 anni
Attualità Borgosesia e dintorni -

GALLERY: Avis di Coggiola, una ”famiglia” che ha compiuto 50 anni

Un distintivo d’oro con diamante alla memoria del primo presidente Celso Bruno

Una grande famiglia. Così ha definito l’Avis di Coggiola il suo presidente Cristian Nichele lo scorso fine settimana in occasione della festa dei 50 anni. «Arrivare a questo anniversario ci rende orgogliosi, perché essere qui non è stato facile tra mille difficoltà da quel 10 luglio 1966 quando è iniziato questo cammino. La nostra non è solo un’associazione ma una grande famiglia. Qui oggi ci sono nonni, figli, nipoti che si sono tramandati il gesto della donazione di sangue. Un grazie di cuore va a tutti».

Nel corso della giornata, un momento di forte commozione è arrivato quando è stata chiamata Franca Bruno, figlia di Celso, il primo presidente dell’associazione ormai scomparso. In sua memoria, per quanto ha fatto per l’Avis, è stata donato il distintivo d’oro con diamante.

Ecco i soci premiati, con il relativo riconoscimento. Distintivo in oro con diamante a Bruno Marone. Distintivo in oro con smeraldo a Maurizio Garatti e Katia Vercella Marchese. Distintivo in oro con rubino a Claudio Bergamin, Romeo Diani, Claudio Galfione Lomo, Andrea Vaudano. Distintivo in oro a Omar Diani, Claudio Segato, Marco Vivoli. Distintivo in argento dorato a Elena Banfo, Raffaello Bonomo, Donald Fila Robattino, Irene Giva, Elena Perotto, Paolo Scaglia Rat. Distintivo in argento ad Angelica Baravaglio, Roberta Bergamin, Lucia Facciotto, Monica Garatti, Alessandro Longato, Enrico Mancino, Igor Serramoglia. Distintivo in rame a Davide Aimone Ceschin, Gianguido Aimone Ceschin, Roberto Bellet, Luigi Bergando, Laura Bertoli, Vittoria Buccella, Andrea Colia, Luca Colpo, Stefano Dettori, Lisa Fenaroli, Simone Guida, Linda Moschin, Serena Pagani, Marco Sartore, Luca Seccatore, Stefano Vercella Marchese e Marco Zarrillo.

Articolo precedente
Articolo precedente