Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Gattinara paga debito di 2,6 milioni per l’area industriale mai partita
Attualità Gattinara e Vercellese -

Gattinara paga debito di 2,6 milioni per l’area industriale mai partita

E' stato previsto un piano per rateizzare l'importo da restituire alla Regione

gattinara paga

Gattinara paga un debito alla Regione Piemonte per l’area industriale: da Torino arrivarono 2,8 milioni.

Gattinara paga il debito per il “pip”

Il Comune di Gattinara dovrà estinguere un debito nei confronti della Regione Piemonte, che aveva prestato i soldi per la realizzazione del Pip. Si tratta del Piano degli insediamenti produttivi, una delle opere più discusse negli ultimi anni, ritenuta una cattedrale nel deserto e che, a Gattinara come in molti altri centri, stenta a decollare. Fatto sta che i lavori sono stati realizzati, grazie al finanziamento da 2,8 milioni di euro erogato dalla Regione al Comune di Gattinara.

La restituzione

Dal 2016, il Comune ha quindici anni di tempo per restituirli, come imposto da una delibera regionale. Sono stati vani i tentativi di portare a 30 il numero di anni in cui rientrare dal debito. In consiglio comunale è stato discusso un piano di rientro che «deve armonizzarsi con un altro dato molto importante per il Comune di Gattinara – dice il sindaco, Daniele Baglione -, ovvero il profondo debito accumulato in tutti gli anni passati e che, con la mia amministrazione, non solo non abbiamo aumentato, ma siamo riusciti a diminuire, magari a discapito della realizzazione di altre opere pubbliche».

I debiti

Nel 2011, quando Daniele Baglione indossò la fascia tricolore per la prima volta, il Comune di Gattinara pagava 1,4 milioni di euro all’anno di debiti (cifra formata dal capitale da restituire alle banche più gli interessi) e il debito all’epoca era di 12,5 milioni di euro. «Poi il debito – dice Baglione – è via via sceso e oggi è di 8 milioni di euro, a cui si aggiungono i 2,8 milioni per il Pip. Scenderà ancora e la parte dove scenderà di più è dal 2020». Oggi il Comune di Gattinara paga delle rate annuali di circa un milione di euro, che nel 2020 diventeranno 800mila euro, fino al 2033, quando il Comune di Gattinara non avrà più debiti. «Anche se è ovvio che il Comune avrà sempre debiti – dice il sindaco – perché è un ente pubblico. Ma il debito medio per una realtà come Gattinara è di 6 milioni; noi ne avevamo 6 milioni in più».

Le rate

Gattinara presenterà quindi alla Regione un piano che terrà conto di questo e con somme che andranno via via crescendo: man mano che passa il tempo, il Comune di Gattinara sarà sempre meno indebitato e si libereranno risorse. Mentre l’indebitamento originario scende si aumenteranno le rate. Si partirà da restituire alla Regione 90mila euro all’anno; nel 2020 la rata si aggirerà sui 150mila euro all’anno e dal 2025, quando le risorse si saranno sempre più liberate, si aumenteranno le rate, fino ad arrivare al 2030, quando sarà estinto il debito. «Inoltre – spiega il sindaco -, se tutto andrà come dovrebbe, la Pedemontana sarà terminata nel 2025, quindi ci saranno gli introiti della vendita dei terreni e quei fondi potrebbero essere utilizzati per saldare i debiti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente