Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > «Gattinara snobba i suoi eventi: funzionano solo cibo e vino»
Attualità Gattinara e Vercellese -

«Gattinara snobba i suoi eventi: funzionano solo cibo e vino»

La lettera sfogo del presidente del circolo Acli di Gattinara, Giuliano Bugnolo. «L’ho visto in tanti anni di esperienza»

«Gattinara snobba i suoi eventi: funzionano solo cibo e vino». E’ la considerazione che il presidente del circolo Acli di Gattinara, Giuliano Bugnolo, ha affidato ad una lettera aperta rivolta ai suoi concittadini.

«Gattinara snobba i suoi eventi: funzionano solo cibo e vino»

«Noto molto spesso interventi sui vari social network – scrive – dove si cita la scarsa partecipazione dei gattinaresi alle varie attività cittadine che non siano legate al cibo e al vino. Purtroppo dopo aver accumulato parecchia esperienza in campo sociale, devo ammettere che è vero ed è con tanto rammarico, dolore e delusione che lo scrivo. Non posso credere che la nostra amata Gattinara subisca una sorte così poco meritata; abbiamo un bravo sindaco che fa di tutto per migliorarla nell’aspetto e tante associazioni locali veramente attive e promettenti. Fate in modo di non far chiudere e fallire quel poco di buono che ancora ci resta; il passo è molto breve. Un domani non è così scontato che molte realtà possono riaprire e riprendersi; il pensarci dopo potrebbe essere troppo tardi e tanti utili servizi potrebbero venire a mancare».

L’eno-gastronomia è vincente

Certo però che dalle foto e dai commenti degli organizzatori non si direbbe che a Gattinara la partecipazione agli eventi manchi; certo, come ovunque, le manifestazioni che più attirano sono quelle legate all’eno-gastronomica, magari organizzate da tanti gattinaresi, come la Festa dell’uva, e ultimamente, anche quella della birra. Per non parlare del carnevale, che da sempre, in ogni luogo, muove tante persone. Po ci sono gli eventi legati al mondo dello sport e della danza, dove i più piccoli sono i protagonisti. Sono appuntamenti che riempiono il palazzetto e l’auditorium di genitori e parenti. Restano gli appuntamenti a carattere culturale, quelli sì, purtroppo un po’ di nicchia.
«E’ una riflessione – prosegue Bugnolo – dopo anni di volontariato, partiti con la Pro loco. Per quanto riguarda l’alta partecipazione ad alcuni eventi, va detto che la maggior parte dei partecipanti non sono di gattinara. Mentre i gattinaresi vanno a vedere qualcosa di simile a 30 chilometri di distanza. Ho in mente una Giornata dei Fai a Gattinara, qualche anno fa, snobbata dai miei concittadini».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente