Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Gattinara studente alberghiero terzo ai Campionati di cucina
Attualità Gattinara e Vercellese -

Gattinara studente alberghiero terzo ai Campionati di cucina

Samuele Brustia vince il bronzo col “pollo alla Marengo 2.0”.

Gattinara studente alberghiero terzo ai Campionati di cucina in competizione con altri 19 finalisti.

Gattinara studente alberghiero ai Campionati di cucina

Samuele Brustia, allievo della classe 4ª B dell’istituto alberghiero di Gattinara, ha partecipato alla fase finale dei campionati italiani di cucina, organizzata dalla Federazione italiana cuochi, alla fiera di Rimini. In competizione con altri 19 allievi finalisti, provenienti da tutte le regioni d’Italia, Samuele Brustia si è classificato al terzo posto, ottenendo la medaglia di bronzo grazie al piatto che ha realizzato. Ad affiancare Brustia c’era il professor Dante Delzanno, suo docente di cucina. «Per Samuele – dicono i suoi docenti – questa è stata una bellissima esperienza in cui si è potuto confrontare ad altissimi livelli con altri allievi provenienti da tutta l’Italia ed è stato di grande stimolo il giudizio espresso dagli chef giudici del concorso. Un’esperienza che sicuramente cercheremo di replicare il prossimo anno».

Pollo e coniglio

Secondo il regolamento del concorso, ogni concorrente doveva realizzare una portata dal tema “pollo e coniglio”. Per l’occasione, la giovane promessa della cucina dell’alberghiero di Gattinara ha presentato una rivisitazione di un piatto regionale piemontese, ribattezzato “pollo alla Marengo 2.0”. «Quello di Samuele Brustia – commentano dall’istituto alberghiero – è un risultato che fa onore all’allievo stesso, che già si era distinto in precedenti occasioni, e inorgoglisce anche tutto il nostro istituto». Brustia ha dovuto realizzare la ricetta in un’ora cronometrata, sotto la stretta osservazione dei processi di lavorazione da parte di diversi chef giudici, che hanno valutato in maniera molto rigorosa tutti i parametri necessari alla preparazione del piatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente