Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Grignasco nuova biblioteca in cantiere
Attualità Serravalle e Grignasco -

Grignasco nuova biblioteca in cantiere

L'obiettivo è di aprire a settembre

Grignasco nuova biblioteca sarà in largo Ferrari. Addetti specializzati sono impegnati in alcuni interventi nell’ala del palazzo scolastico dove sorgerà il servizio a disposizione di tutta la cittadinanza

Grignasco nuova biblioteca

A breve il trasferimento della biblioteca comunale di Grignasco da piazza Cacciami alla struttura di largo Ferrari diventerà realtà. Addetti specializzati sono impegnati in alcuni interventi nell’ala del palazzo scolastico dove sorgerà il servizio a disposizione di tutta la cittadinanza. «Il nostro obiettivo è di aprire la nuova biblioteca per settembre – spiega Katia Bui, assessore della cultura che sta seguendo da vicino il progetto -, gli impianti interni sono in ordine, i professionisti stanno facendo delle opere sia nei locali che ospiteranno in futuro i lettori sia nella parte esterna che riguarda la biblioteca e la palestra. Uno degli interventi da fare, ad esempio, è la collocazione di vele nella sala lettura che permetteranno di ottenere una luce adeguata sfruttando quella naturale».

Ci si prepara al trasloco

E l’edificio di piazza Cacciami si prepara dunque al trasloco definitivo che sfrutterà la pausa estiva di agosto quando il servizio è solitamente sospeso. «Lo spostamento si terrà tra agosto e i primi giorni di settembre – prosegue l’assessore -. Come avevamo già annunciato, ci faremo aiutare da un consorzio specializzato nella selezione e catalogazione dei libri». Mentre nei prossimi mesi la biblioteca scriverà un nuovo capitolo della sua storia, non cambierà la responsabile del servizio. «Abbiamo prorogato il contratto a Marta Sala attraverso cooperativa – chiarisce Bui –. Quindi per quanto riguarda il personale non ci sarà alcun cambiamento». Il trasloco della biblioteca è da mesi oggetto di discussione in paese. Contro il trasferimento è stato anche realizzato un pamphlet. E in precedenza si erano raccolte le firme di oltre 1.000 cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente