Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Grignasco ricorda i caduti nel marzo 1945 | LE FOTO
Attualità Serravalle e Grignasco -

Grignasco ricorda i caduti nel marzo 1945 | LE FOTO

Commemorato il 74° anniversario della Battaglia del cimitero con la presenza di Enrico Pagano, direttore dell’Istituto storico.

Grignasco ricorda i caduti della Battaglia del cimitero.

Grignasco ricorda i caduti nel marzo 1945

Anche quest’anno l’Anpi di Grignasco ha voluto ricordare tutti coloro che durante la guerra persero la vita combattendo. E come viene proposto da tempo, anche sabato 30 marzo i componenti della sezione insieme alla banda Musica Società Operaia hanno formato un corteo che ha attraversato il paese sino ad arrivare al camposanto. Dopo gli omaggi floreali ai cippi commemorativi la parola è passata a Enrico Pagano, direttore dell’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia. «E’ stata una cerimonia molto sentita – commenta presidente Lilla Fiorito -: il professor Pagano ha ripercorso una fase storica peculiare con grande cura e chiarezza nel raccontare i particolari. E noi gli abbiamo donato un piccolo ricordo in segno di riconoscimento per essere stato presente alla nostra cerimonia».

Guarda le foto.

25 aprile insieme

Ora il sodalizio grignaschese si prepara per le celebrazioni in occasione della ricorrenza della Liberazione. Giovedì 25 aprile è previsto un incontro al parco Vinzio. «In mattinata in ogni località valsesiana ci saranno le tradizionali celebrazioni per non dimenticare quanto accaduto una settantina di anni fa – prosegue la presidente dell’Anpi  –, in seguito ci ritroveremo tutti al parco Vinzio per un pranzo intorno alle 13. A seguire, alle 16, si esibirà la Band del Pian Cavallone». Il costo del pranzo è di 22 euro. Le prenotazioni si raccolgono entro il 22 aprile contattando i referenti delle Anpi valsesiane ai numeri 333.5767059, 328.9456278, 349.1234308 oppure 340. 2819013. «All’iniziativa dell’anno scorso eravamo davvero in tanti – ricorda Fiorito – e quindi confidiamo in un analogo successo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente