Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > I bambini delle scuole disegnano il calendario Cri
Attualità Gattinara e Vercellese -

I bambini delle scuole disegnano il calendario Cri

Gattinara, i piccoli studenti hanno raffigurato le tante attività  e gli scenari di intervento

La Croce rossa di Gattinara raccontata (e disegnata) con gli occhi dei bambini. Gli studenti delle elementari di Gattinara, Lozzolo e Roasio sono i protagonisti di un progetto promosso dai giovani volontari del comitato locale della Croce rossa. Ai piccoli alunni è stato chiesto di raffigurare il loro modo di vedere la Cri attraverso un disegno, con cui raffigurare l’impegno quotidiano dei volontari. «Sono stati tanti gli elaborati pervenuti – commenta il presidente della Cri gattinarese, Marcello Orrù; i migliori sono stati utilizzati per realizzare un calendario del 2018, per trascorrere 12 mesi insieme alla Croce rossa. Per la commissione che ha dovuto selezionare i disegni da pubblicare è stato davvero un lavoro difficile, in quanto tutti meritavano di finire sul calendario».

I calendari saranno distribuiti nelle cartolerie dei paesi interessati e limitrofi e durante le varie manifestazioni che si terranno a Gattinara e dintorni, come la Festa dell’Uva, la fiera di San Martino e altri eventi. Per averlo non c’è un prezzo fisso: è richiesta un’offerta minima di 6 euro. I disegni che non sono stati pubblicati sul calendario, non andranno persi, ma saranno ugualmente valorizzati: «saranno comunque esposti nella sede della Croce rossa – spiega Orrù -, a disposizione dei visitatori e dei partecipanti alle varie iniziative che organizzerà il comitato locale della Croce rossa».

Il calendario, coloratissimo, si apre con una copertina che raffigura la presenza mondiale della Croce rossa, con i bambini dei cinque continenti che tengono ognuno un palloncino con lo stemma della Croce rossa, universalmente riconosciuto come simbolo di solidarietà. I bambini hanno anche raffigurato le tante attività a cui si dedica la Croce rossa: dai servizi in ambulanza, fino ai soccorsi speciali, come il soccorso sulle piste da sci, negli incidenti stradali, il lavoro delle unità cinofile, l’attività degli Opsa (Operatore polivalente per il salvataggio in acqua), l’attività negli scenari di guerra e in caso di calamità naturali, con interventi di Protezione civile. I piccoli alunni hanno messo in evidenza anche l’attività socio assistenziale della Croce rossa, come la distribuzione dei pacchi alimentari e la raccolta di cibo davanti ai supermercati per le persone più bisognose, la componente dei giovani (i volontari dai 14 anni), oltre a raffigurare i 7 principi fondamentali della Croce rossa.

I disegni realizzati dai bambini racchiudono in dodici mesi (ogni mese ci sono due disegni) i tanti aspetti del volontariato in Croce rossa, come le motivazioni che spingono una persona a prestare servizio nell’associazione.

Articolo precedente
Articolo precedente