Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > La Zattera allarga a tutta la Valsessera la rete della solidarietà
Attualità Borgosesia e dintorni -

La Zattera allarga a tutta la Valsessera la rete della solidarietà

Il progetto Euro20 fu avviato nel marzo del 2015 sul territorio del Comune di Pray

“La zattera” della Valsessera vuole allargare i suoi confini. Si tratta del progetto Euro20, un sistema attraverso il quale un gruppo di famiglie decide di devolvere ogni mese una piccola somma che va a costituire un fondo di solidarietà. In pratica, un “salvadanaio” grazie al quale si aiutano decine di persone della zona in grossa difficoltà economica. «Il progetto Euro20 è stato avviato nel mese di marzo 2015 sul territorio del Comune di Pray – spiega Matilde Bruno, presidente della “Zattera” – e ci ha permesso di creare un fondo sociale a favore delle famiglie bisognose della zona. Abbiamo così cercato delle persone disposte ad autotassarsi con un versamento standard di 20 euro al mese, oppure di solo 10, o di 30, a seconda delle possibilità. E abbiamo creato una cassa da utilizzare, in accordo con i servizi sociali del territorio, che di fatto segnalano i casi, per il pagamento di bollette, affitti, spese mediche o altre spese a favore delle famiglie con reddito nullo o molto basso. Spese che questi nuclei farebbero fatica a fronteggiare e finirebbero con il gravare sui bilanci dei loro Comuni di residenza».

In questi venti mesi di sperimentazione sono state coinvolte circa 25 famiglie, creando così un fondo grazie al quale sono stati spesi circa 6mila euro all’anno per il solo Comune di Pray. «Abbiamo anche sperimentato con successo il “prestito sociale”, che vorremmo incrementare – dice ancora la presidente – e nel mese di dicembre abbiamo sostenuto la Caritas di zona, insieme al gruppo “Il cammino della luce”, per l’acquisto di generi alimentari con cui realizzare i 67 pacchi viveri che mensilmente vengono consegnati alle famiglie povere di tutta la valle». Constatata l’efficacia del progetto e la sua utilità sociale, nel 2017 l’obiettivo della “Zattera” è quello di estendere il progetto a tutta la Valsessera, cercando famiglie per ciascun Comune della zona e garantire così gli aiuti economici per tutti i bisognosi della zona, non solo di Pray. In questi giorni il gruppo sta presentando la proposta a tutti i sindaci degli otto Comuni convenzionati: «Chiediamo loro di aiutarci a promuovere il progetto e individuare persone che potrebbero diventarne “finanziatori”, sostenendo mensilmente l’associazione con il versamento di questa piccola somma». Tutti gli interventi avverranno su segnalazione e in stretto accordo con l’assistente sociale Manuela Paracchini, con cui già oggi ci si confronta settimanalmente per condividere gli aiuti e definire la strategia di intervento, «che cerchiamo di rendere sempre meno assistenziale e sempre più responsabilizzante verso la persona aiutata» conclude la presidente. Per saperne di più si può contattare la presidente al 349.6899092, la vice presidente Alice Broglia Patron al 339.2899937, inviare una mail a info.lazattera@gmail.com o farsi vivi sulla Facebook “La zattera”.

Articolo precedente
Articolo precedente