Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Ladri Cavallirio: l’allarme manda in fumo il colpo
Attualità Novarese -

Ladri Cavallirio: l’allarme manda in fumo il colpo

Il comune di Cavallirio già da tempo ha puntato sulla sicurezza con la posa di telecamere.

donna incinta

Ladri Cavallirio: è accaduto la scorsa settimana in un’abitazione di via Martinetti. I ladri hanno approfittato dell’assenza dei proprietari per fare irruzione, ma l’allarme ha messo in fuga i malintenzionati.

Ladri Cavallirio: l’allarme è scattato intorno alle 17

Probabilmente i ladri tenevano d’occhio le abitudini dei proprietari, sapevano quindi che in quel momento a casa non c’era nessuno. Sapevano anche che passando dal retro, una zona boscosa vicino all’azienda Mafil, avrebbero avuto maggior facilità di accesso all’abitazione, senza essere notati. Così si sono avvicinati, ma quando hanno cercato di forzare la serratura è scattato l’allarme. I malviventi non hanno potuto far altro quindi che darsi alla fuga, probabilmente dalla stessa via nel bosco dalla quale erano arrivati.

Cavallirio per la sicurezza

Sull’accaduto stanno indagando le forze dell’ordine; intanto però il sindaco Vito D’Aguanno invita, in caso di una vettura o di un atteggiamento sospetto, ad allertare tempestivamente i carabinieri o la polizia municipale, per creare una rete d’informazione. Va detto che i casi di furto nel piccolo paese, fortunatamente, non sono all’ordine del giorno. Cavallirio si preoccupa  della sicurezza dei cittadini anche grazie alla tecnologia. Due anni fa, infatti, sono state posizionate otto telecamere di ultima generazione nei punti nevralgici del paese. Gli occhi elettronici sono collegate e registrano in continuazione.

Un Commento

  • Stefano ha detto:

    Non è certo una novità e regolarmente Cavallirio e Frazione Stoccada vengano prese di mira dai ladri. E nemmeno che le forse dell’ordine riescano ad arrestarli… Tanto con le leggi italiane e i Giudici sarebbero fuori di galera il giorno dopo. Solo quando ci scappa il morto ci si muove… se poi fosse il ladro ancor di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente