Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Lago d’Orta, dal fondale recuperati quintali di rifiuti | Le immagini
Attualità Novarese -

Lago d’Orta, dal fondale recuperati quintali di rifiuti | Le immagini

Presenti anche alcuni studenti di un liceo russo

Lago d’Orta, l’operazione pulizia ha prodotto il recupero di quintali di rifiuti.

Lago d’Orta, volontari al lavoro

E’ stata un’intensa domenica di pulizia al lago d’Orta che ha visto la partecipazione di centinaia di volontari – provenienti da diverse località e da più club di sub – impegnati in operazioni di rimozione dei rifiuti dal fondo del lago e dalle rive. Le operazioni in acqua si sono svolte contemporaneamente al lido di Gozzano con l’organizzazione dei Sub Novara Laghi, Dive Project e dal Lions Club Borgomanero Cusio, mentre a S. Maurizio d’Opaglio alla spiaggia di Lagna si è svoltal’iniziativa “Pulito in profondità”, organizzata dal club subacqueo Friendivers in collaborazione con AsdBaskin Ciuff. Ad entrambe le iniziative erano presenti i Sindaci, Carla Biscuola di Gozzano e Diego Bertona di San Maurizio d’Opaglio, insieme agli assessori all’ambiente e ai rappresentanti delle rispettive amministrazioni comunali. Nei loro interventi i sindaci oltre a ringraziare tutti i volontari, hanno anche sottolineato l’importanza di agire in collaborazione tra associazioni e amministrazioni al fine di proteggere il delicato eco-sistema lacustre.

 

Quintali di rifiuti

Dal fondo del lago i sub hanno recuperato alcuni quintali di rifiuti, in particolare pneumatici, rottami di metallo, lattine e contenitori di plastica. Tutti i rifiuti raccolti sono stati successivamente selezionati e catalogati dai volontari di Legambiente, secondo un protocollo definito e consolidato a livello internazionale e i risultati consentiranno di comprendere la provenienza dei rifiuti e di poter adottare – per quanto possibile – iniziative di mitigazione e di prevenzione. A portare un tocco di internazionalità a queste iniziative ambientali sul Cusio, erano presenti anche 10 ragazzi di un ginnasio provenienti da Klincy,una città di 80mila abitanti che si trova in Russia a circa duecento km da Chernobyl, i quali sono attualmente presenti nel VCO – ospiti di Legambiente – nell’ambito di un progetto di volontariato ambientale e di cooperazione internazionale. Gli studenti hanno raccolto diversi sacchi di rifiuti dispersi sulle rive del lago lungo via dei canneti, il percorso tra Gozzano e San Maurizio d’Opaglio.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente