Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Lega Trivero: riaprire le trattative sulla diga
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Lega Trivero: riaprire le trattative sulla diga

Fulvio Chilò: «Il rischio vero è rimanere fuori dai giochi, finendo per trovarci un mega cantiere senza portare a casa nulla»

Lega Trivero: l’obiettivo del Carroccio è di lanciare una proposta finalizzata a far cambiare linea al Comune

Lega Trivero preoccupata che si rimanga senza nemmeno i fondi compensativi

Esce allo scoperto la Lega di Trivero sulla questione della diga in Valsessera. «Continuando a stare sulle barricate – dice il segretario locale Fulvio Chilò – , si rischia di ritrovarsi senza nulla in mano, nemmeno i fondi compensativi. Come dire: il danno e la beffa. Per questo bisogna intavolare una trattativa». L’obiettivo del Carroccio triverese è di lanciare una proposta finalizzata a far cambiare linea al Comune. «E’ un progetto che ha avuto il via libera dal Ministero, ed è vero che i fondi non ci sono, ma il prossimo Governo potrebbe dare il via all’intervento».

«Prima o poi la faranno»

«E neppure la sentenza del tribunale superiore delle acque ha bloccato l’intervento. Prima o poi lo faranno. E come territorio bisognerebbe iniziare a imbastire un discorso per portare benefici alle aziende e alla popolazione: penso a energia gratis per poter attivare le fabbriche dismesse di Trivero e Coggiola, sconti sull’energia alle aziende che continuano a investire sul territorio, bolletta dell’acqua gratis ai nostri cittadini, la richiesta di poter contare sulle imprese locali per alcuni lavori».

I benefici

Quindi la Lega crede che la diga possa in qualche modo portare benefici alla Valsessera? «Credo che sarebbe stupido far finta di nulla e permettere che tutto vada a beneficio del consorzio Baraggia, agricoltori e Comuni dell’area del basso Biellese e Vercellese. Il rischio vero è rimanere fuori dai giochi perchè ci siamo sempre opposti, alla fine finiremo per trovarci un mega cantiere e non portare a casa nulla». Va detto che la sentenza del tribunale delle acque ha spianato la strada al Consorzio Baraggia, che da anni propone il progetto. «Non lo dico io che il progetto si farà, ma il Ministero di un governo di centrosinistra che ha dato il via libera al progetto nell’ultima legislatura. Adesso c’è anche il Tribunale delle acque che si è espresso in modo chiaro. Non dimentichiamo che a breve ci sarà un nuovo Governo: Triverese e Valsessera non si facciano trovare impreparati».

Cambio di linea

La Lega di Trivero quindi per la prima volta sul progetto diga cambia idea: si ricorderà che l’ex segretario Silvano Civra Dano si era sempre opposto. «La Lega fa gli interessi del territorio. E per come si stanno mettendo le cose forse è meglio darsi una svegliata: smetterla di essere ottusi e iniziare a pensare che se un Ministero ha dato l’approvazione forse siamo vicini alla svolta nel progetto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente