Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Marco Scarpanti: faccio auto con rifiuti e rottami
Attualità Borgosesia e dintorni -

Marco Scarpanti: faccio auto con rifiuti e rottami

«Non si deve mai buttare via nulla. Anche i fondi delle lattine o i tappi delle bottiglie possono diventare utili»

Marco Scarpanti: faccio auto con rifiuti e rottami.

Marco Scarpanti: faccio auto con rifiuti e rottami

Il borgosesiano, classe 1956, ha realizzato il modellino di una macchina Topolino utilizzando materiale di riciclo. Si tratta di una riproduzione di quasi un metro di lunghezza per oltre sette chili di peso. Il modellino è dotato anche di impianto per le luci e cruscotto completo di tutti i dispositivi.  «Avevo dieci anni quando ho avuto le prime esperienze artistiche – spiega -: mi divertivo a colorare, a disegnare, a volte trascorrevo i pomeriggi liberi a costruire oggetti con qualunque cosa che trovavo in casa o nel garage. Allora era semplicemente un passatempo, pensare di poter sviluppare le mie capacità artistiche in quel periodo sarebbe stato troppo oneroso».

La vena artistica

La vena artistica di Scarpanti è “esplosa” intorno ai vent’anni e il passaggio al modellismo è arrivato per caso. «Era il 1995, lavoravo per una ditta di Milano – continua -, tra le mie mansioni c’era anche quella di seguire il magazzino. Ogni giorno c’era sempre materiale di scarto: pensavo fosse un peccato dover buttare via tutto, così ho iniziato a pensare quali potessero essere gli utilizzi alternativi». Queste valutazioni sono state messe in pratica qualche anno dopo a Borgosesia: «Ho iniziato a tenere da parte veramente di tutto – dice -, e non solo materiali che scartavo. Anche se vedevo in terra lattine, bottiglie rotte o pezzi di giocatoli allora li raccoglievo perchè pensavo “potranno magari tornarmi utili”». Oltre alla Topolino anche una macchina stile Ford con seduti come passeggeri Stanlio e Ollio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente