Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Massimiliano Fabris fra i maestri internazionali di pittura
Attualità Novarese -

Massimiliano Fabris fra i maestri internazionali di pittura

Le opere del pratese sono state inserite in una collana d’arte americana

Il pratese Massimiliano Fabris è fra i maestri internazionali di pittura. L’artista, classe 1971, è stato inserito nell’undicesimo book “International Contemporary Masters”, elaborato negli Stati Uniti nella linea dei “World Wide Art Books” e considerato fra le più prestigiose pubblicazioni al mondo in ambito artistico. Viene distribuito in tutta l’America e nel Nord Europa, facendo tappa nei musei e nelle gallerie più note.

Dopo oltre una cinquantina di mostre, in Italia, in Inghilterra e nell’Europa dell’est, fra cui tre personali, il nome di Fabris tocca quindi la costa americana. L’artista, inoltre, è già in contatto con alcune gallerie statunitensi. Attivo in particolare sulla scena della pop art, Fabris è in stretto contatto con il parroco pratese don Mario Vanini, a sua volta apprezzato pittore.

Può inoltre contare sul supporto di Saverio Genise, curatore gattinarese, Federico Brandoni, che si è occupato delle fotografie da spedire per la realizzazione del catalogo, e Manuel Manuelli, amico e collaboratore. «Mi sono avvicinato all’arte da bambino, quando i miei genitori hanno acquistato un’enciclopedia in tema – racconta – ho ammirato fin da subito Michelangelo: si vede ancora la sua impronta nelle mie opere. Ho sempre disegnato, ma ho iniziato a dipingere solo una decina d’anni fa. Sono partito con i colori acrilici, che avevo in casa per alcune attività con il Carnevale, su carta. In seguito sono passato al legno e poi alle tele, che ora fabbrico personalmente».

Ma particolarità di Fabris è proprio quella di non fermarsi a colori e tele: il tratto distintivo dei suoi quadri è infatti l’uso di cd e, talvolta, vinili, che usa perlopiù spezzettandoli e incollandoli. Uniti ai colori intensi dei suoi dipinti, i punti luce creano un effetto unico nel suo genere. «Parto sempre ritraendo persone reali – spiega – inoltre, mi ispira moltissimo la musica: ogni quadro prende il titolo da una canzone». L’arte di Fabris è entrata anche nelle scuole: l’artista segue infatti un progetto artistico con gli allievi delle scuole elementari, incentrato sui principali punti di interesse del paese.

Articolo precedente
Articolo precedente