Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Montagna Antica ristruttura la cappella di Vanzone
Attualità Borgosesia e dintorni -

Montagna Antica ristruttura la cappella di Vanzone

Conclusi i lavori di restauro della costruzione che ospita l'affresco di San Gregorio

Montagna Antica, conclusi i lavori al colle di Santa Maria. L’intervento è stato curato dalla commissione del Cai di Varallo

Montagna Antica è intervenuta a Vanzone

Sono conclusi al colle di Santa Maria di Vanzone i lavori di restauro della costruzione che ospita l’affresco di San Gregorio. L’intervento è stato curato dalla commissione “Montagna antica montagna da salvare” del Cai di Varallo. I lavori avevano come finalità il consolidamento del tetto del rustico, obiettivo raggiunto con la sostituzione dei coppi dell’intera copertura. A rendere possibile l’opera è stato il riconoscimento di un contributo concesso dal Lions club.

L’affresco risalente al 1404

Al termine della Via Crucis che da Vanzone conduce a Santa Maria, dove un tempo si ergeva il castello dei conti di Biandrate, è collocata la cappelletta di San Gregorio, inglobata in una costruzione più recente. All’interno è custodito l’affresco raffigurante la Messa di San Gregorio che la guida della Valsesia di don Luigi Ravelli fa risalire al 1404, e accanto al quale è riportato il testo di un laudario. A preoccupare erano le condizioni del tetto della costruzione, con il rischio di cedimenti e infiltrazioni che avrebbero potuto compromettere la conservazione dell’antico affresco. Al risanamento del tetto si è così orientato il lavoro dei volontari di “Montagna antica montagna da salvare”.

Decisivo il sostegno dei Lions club della zona

Un lavoro reso possibile dal sostegno finanziario dei Lions club della zona che hanno assegnato a Michele Anderi, da qualche anno volontario della commissione, il Premio San Giulio o Premio al muratore, riconoscimento assegnato annualmente: la somma di cinquemila euro che compone il premio è così stata indirizzata alla commissione del Cai varallese che si occupa della tutela e della conservazione del patrimonio artistico delle frazioni e degli alpeggi della Valsesia. Una decina di anni fa, grazie a contributi finanziari di enti pubblici, venne portato a termine da “Montagna antica montagna da salvare” il restauro murario delle quattordici cappellette che compongono la Via Crucis di Santa Maria: i lavori vennero inaugurati nell’ottobre del 2006.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente