Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Museo emigrante riapre a Roasio: visite ogni fine settimana
Attualità Gattinara e Vercellese -

Museo emigrante riapre a Roasio: visite ogni fine settimana

In mostra i modellini di vecchie macchine agricole e di calessi realizzati da Giuseppe Bersano

museo emigrante

Museo emigrante una mostra di modellini in esposizione fino a giugno.

Museo emigrante i modellini di Bersano

E’ tempo di riapertura per il museo dell’emigrante. L’esposizione riapre i battenti facendo un tuffo nel passato allestendo una mostra dedicata a modellini di vecchie macchine agricole e di coloratissimi calessi realizzati da Giuseppe Bersano. Nato a Balocco nel 1916 da una famiglia di contadini, Giuseppe Bersano fu l’ultimo di 12 figli e già all’età di 12 anni lavorava nei campi dove fin da subito imparò il mestiere di carradore. Nel 1956, dopo aver passato gli anni della guerra in veste di bersagliere, si trasferì in Costa d’oro (oggi Ghana) dove sviluppò nuovi modelli di carri e diresse una carrozzeria industriale di assemblaggio. Nel 1968 fu insignito del titolo di ‘Maestro del Lavoro’ dal Presidente della Repubblica Giuseppe Saragat in visita in Ghana. Rientrò in Italia nel 1973.

I modellini

I modellini, in scala 1.6, rappresentano calessi e macchinari agricoli del 1920-1930, e sono stati realizzati da Bersano alla fine degli anni ’80. La mostra viene ospitata al Museo dell’emigrante di Roasio da sabato 5 maggio a domenica 10 giugno. La rassegna sarà visitabile tutti i sabati e le domeniche dalle 15 alle 18. Gli oggetti, gentilmente concessi in prestito dalla figlia Laura, rimarranno in esposizione al piano superiore del Museo dell’emigrante fino al 10 di giugno, l’ingresso sia alla mostra che all’esposizione permanente del museo sarà libero ed aperto a tutti.

Le visite

Sarà possibile effettuare una visita tutti i sabati e le domeniche dalle 15 alle 18 fino a domenica 28 ottobre all’interno del museo dell’emigrante di Roasio. L’esposizione permanente del Museo prevede tre sale ricche di testimonianze di vita vissuta dai roasiani nei Paesi di emigrazione. Tra i documenti cartacei possiamo trovare passaporti, contratti di lavoro, lettere, patenti, assegni bancari, onorificenze e cartoline d’epoca. Sono inoltre esposte oltre 400 immagini che raccontano del lavoro, dei viaggi e della vita quotidiana dei roasiani nei più lontani Paesi del mondo.

Il museo dell’emigrante negli ultimi anni ha inaugurato alcune novità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente