Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Nino Andorno commosso addio di Grignasco | Le foto
Attualità Serravalle e Grignasco -

Nino Andorno commosso addio di Grignasco | Le foto

Per il paese era "Il presidente", in omaggio ai trent'anni trascorsi alla guida del Comitato Carnevale

nino andorno

Nino Andorno l’affetto del paese per il “presidente”.

Nino Andorno una folla per salutarlo

Sono moltissimi i grignaschesi e non che, lunedì, hanno voluto dire addio a Nino Andorno. L’uomo si è spento sabato scorso all’età di 80 anni. E’ stato presidente del Comitato carnevale del paese per un trentennio e uno dei promotori del gemellaggio tra Grignasco e Pont Saint Maxence. Gremita la chiesa di Bovagliano dove è stato celebrato il rito funebre.

Le esequie

Dopo il rosario recitato nell’edificio religioso che sorge al cimitero e la benedizione del feretro, sono cominciate le esequie. Sono stati veramente molti coloro che hanno voluto dare l’ultimo saluto al grignaschese conosciuto da tutti come il “presidente” per via del ruolo ricoperto per anni nel Comitato carnevale del paese. Al termine del momento di raccoglimento  una nipote, che era particolarmente legata all’uomo, ha desiderato leggere un ricordo. Le altre persone presenti alla funzione religiosa hanno condiviso silenziosamente il dolore per la perdita di un cittadino che ha dato tanto per il paese cercando di portare avanti sempre con il sorriso le tradizioni locali.

Fai scorrere le immagini per vedere l’intera galleria

Testimonianze d’affetto

Al termine della funzione, non appena il feretro con la foto di Andorno è stata portata fuori dalla chiesa, un applauso unito a lacrime e commozione ha accompagnato il momento toccante. Andorno da qualche tempo stava combattendo contro una malattia. Sabato si è spento lasciando la moglie Angela, i figli Mauro e Daniele, i nipoti e la comunità di Grignasco, a cui è sempre stato legato. Testimonianze d’affetto anche sui social network. Un gran numero di utenti ha salutato il “presidente” con poche, semplici parole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente