Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Nuovo medico di base per i cittadini di Quarona e Cellio
Attualità Borgosesia e dintorni -

Nuovo medico di base per i cittadini di Quarona e Cellio

Francesco Gareri, neurologo e riabilitatore alla Maugeri, entrerà in servizio anche a Borgosesia dall’1 febbraio

Nuovo medico per Quarona, Borgosesia, Cellio con Breia. Si tratta del dottor Francesco Gareri, neurologo e riabilitatore alla clinica Fondazione Maugeri di Veruno. 

Una figura professionale particolarmente attesa quella del medico, perlomeno nei due centri più piccoli, dove da oltre un anno manca un dottore.
A Quarona, dopo il ritiro dal lavoro della dottoressa Maria Franca Cavagnino, nell’ottobre del 2016, erano rimasti solo i medici Leonardo Ruga e Maria Addolorata Rutigliano, troppo pochi per un centro di oltre 4000 anime. In paese 850 assistiti erano rimasti nella condizione di dover scegliere il medico della mutua fuori dai confini cittadini. Ruga e Rutigliano infatti avevano già raggiunto il numero massimo di pazienti consentito per legge e non potevano farsi carico di altri assistiti.
Anche Cellio con Breia, dalla scomparsa del dottor Mario Andreone, nel settembre dello stesso anno, era rimasto senza medico di famiglia. In quest’ultimo Comune, in attesa del concorso dell’Asl, il servizio era stato coperto dalla dottoressa Carmela Sisca, che però, avendo uno studio anche a Borgosesia, non era presente tutti i giorni della settimana. Pertanto la situazione determinava parecchi disagi per gli utenti. Ora finalmente ci sono i risultati del concorso indetto dall’Asl; vincitore è risultato quindi Gareri. Originario di Verbania, il medico ha anche uno studio privato in corso Vercelli a Borgosesia, dove opera come come neurologo e medico riabilitatore. Tra le sue specializzazioni figura anche l’agopuntura.

«A Quarona – dice il sindaco Sergio Svizzero – era necessario. Dal pensionamento della dottoressa Cavagnino erano rimasti senza medico di base 850 pazienti. Essendo le liste degli altri due medici complete, i quaronesi rimasti “orfani” hanno dovuto scegliere professionisti di Varallo o di Borgosesia. Una complicazione, soprattutto per le persone anziane, o comunque per chi ha necessità immediate, come la compilazione del certificato di malattia per il lavoro». In questa prima fase il nuovo medico visiterà nell’ambulatorio comunale di via Lanzio. «L’arrivo del nuovo medico – prosegue Svizzero – non solo risolve un problema ai quaronesi, ma pure è utile all’Asl. Se non si vuole che i pazienti ricorrano impropriamente al Pronto soccorso, devono esserci i medici di base sul territorio».
La richiesta per diventare pazienti del nuovo medico deve essere fatta, come sempre, comunicando il nominativo all’Asl, a partire da giovedì 1 febbraio. Per informazioni è possibile telefonare al numero 347. 7003670, dopo le 18.

Articolo precedente
Articolo precedente